ago 10 2009

INVALIDITA’ CIVILE: NOVITA’ SU RICORSI E DOMANDE DI ACCERTAMENTO

La Legge 18 giugno 2009, n. 69 (“Disposizioni per lo sviluppo economico, la semplificazione, la competitività nonché in materia di processo civile.”) contiene un articolo – il 56 – che riguarda le domande volte a ottenere il riconoscimento del diritto a pensioni, assegni e indennità, comunque denominati, spettanti agli invalidi civili nei procedimenti in materia di invalidità civile, cecità civile e sordomutismo.

L’articolo estende a queste domande le medesime regole che già valgono per gli assegni e le pensioni per la cosiddetta “invalidità pensionabile”. La norma di riferimento (Legge 222/1984, art. 11), infatti, vieta la presentazione di nuove domande di accertamento dello stato invalidante – per le stesse prestazioni – “fino a quando non sia esaurito l’iter di quella in corso in sede amministrativa o, nel caso di ricorso in sede giudiziaria, fino a quando non sia intervenuta sentenza passata in giudicato.”
La disposizione, già parzialmente ripresa negli anni ’80 dal Ministero dell’Interno con proprie circolari, ora si applica (dal 4 luglio 2009), per legge, anche ai procedimenti di accertamento dell’invalidità civile, cecità civile e sordomutismo (sordità prelinguale).

Risvolti applicativi

Ciò significa che l’interessato non può presentare una nuova domanda di accertamento, se ha presentato ricorso davanti al giudice o se non ha ancora ricevuto ufficialmente il verbale di accertamento dall’ASL o dall’INPS.
Il caso più frequente è quello dell’effettivo aggravamento dello stato di salute, avvenuto in fase successiva alla presentazione del ricorso giurisdizionale. Con la nuova norma non si potrà presentare domanda di aggravamento fintanto che il giudice, valutata la situazione riferendosi al momento dell’emissione del verbale, non si sia pronunciato definitivamente sul caso. Ovviamente, le provvidenze economiche eventualmente derivanti da un successivo accertamento, decorreranno dal primo giorno del mese successivo alla data di presentazione della domanda.
Visti anche i noti tempi della giustizia civile, si tratta di un provvedimento fortemente dissuasivo rispetto al ricorso che attualmente, lo ricordiamo, è ammesso solo davanti al giudice e non per via amministrativa o di riesame.

Lacune e paradossi

Ma vi sono anche altri risvolti su cui la norma difetta di ragionevolezza. Spieghiamoli con un esempio: una persona viene riconosciuta invalida al 100% con revisione dopo due anni. Le viene erogata solo la pensione ma non l’indennità di accompagnamento: presenta ricorso al giudice. Trascorrono due anni senza che il giudice si pronunci. La persona non può presentare una nuova domanda per la valutazione della rivedibilità.
Si rileva una “dimenticanza” nell’intervento legislativo: la restrizione non riguarda l’accertamento dell’handicap (art. 3 Legge 104/1992), il che significa che per questo tipo di accertamento può essere ammessa, oltre al ricorso giurisdizionale, anche la domanda di accertamento dell’aggravamento senza attendere l’esito del processo.
Questa dimenticanza apre un secondo bizzarro paradosso che sarà competenza delle ASL dirimere: nel corso della valutazione dell’handicap la Commissione potrebbe rilevare un aggravamento anche della percentuale di invalidità precedentemente accertata. Se vi è un ricorso giurisdizionale in corso può la commissione pronunciarsi anche sull’invalidità?
Situazione simile in sede di accertamento della disabilità (Legge 68/1999) in funzione del collocamento lavorativo: la Commissione può ridefinire il grado di invalidità civile se è in atto un ricorso davanti al giudice proprio sulla percentuale di invalidità precedentemente riconosciuta?

L’INPS

L’INPS, con Circolare 97 del 6 agosto 2009, sì è prontamente pronunciata sulla novità, forte anche delle più recenti disposizioni che attribuiscono all’Istituto l’onere di raccogliere, dal 1 gennaio 2010, tutte le domande di accertamento di invalidità, handicap e disabilità, al posto delle Aziende Usl (articolo 20 comma 3 della Legge 3 agosto 2009, n. 102, di conversione del Decreto Legge 78/2009).
L’INPS, oltre a riportare le indicazioni della Legge 69/2009, propone alle Regioni uno specifico modello di autocertificazione che gli interessati dovrebbero compilare, congiuntamente alla domanda di accertamento dell’invalidità civile, cecità civile, sordomutismo e che le ASL – fino al subentro dell’INPS – dovrebbero acquisire unitamente alla documentazione già richiesta.

261 Commenti

261 Commenti to “INVALIDITA’ CIVILE: NOVITA’ SU RICORSI E DOMANDE DI ACCERTAMENTO”

  1. Alessandro Pisanoon 18 set 2009 at 07:04

    Volevo rispondere al quesito presente nell’articolo (“nel corso della valutazione dell’handicap la Commissione potrebbe rilevare un aggravamento anche della percentuale di invalidità precedentemente accertata. Se vi è un ricorso giurisdizionale in corso può la commissione pronunciarsi anche sull’invalidità?”.
    La mia risposta è no in quanto al commissione chiamata a valutare l’handicap non può formalmennte esprimere alcun giudizio riguardo l’invalidità civile.
    Pertanto l’interessato dovrò attendere la conclusione del ricorso per inoltrare una domanda di aggravamento.
    Il giudice, attraverso il suo consulente (CTU) può comunque valutare eventuali aggravamenti dello stato di salute avvenuti successivamente alla domanda di invalidità per la quale è stata inoltrata la causa.

    Alessandro Pisano.

  2. adminon 18 set 2009 at 08:43

    buongiorno, La ringrazio per la Sua apprezzatissima consulenza.
    sono decisamente ben accetti ulteriori interventi

    cordiali saluti
    annalisa

  3. Vincenzoon 13 ott 2009 at 15:10

    E che succede se l’interessato presenta ugualmente domanda anche se è in corso un giudizio e la Commissione si pronuncia?

  4. adminon 21 ott 2009 at 07:52

    direi che il pronunciamento della commissione non verrà ritenuto valido.
    cordiali saluti
    annalisa

  5. claudiaon 30 dic 2009 at 14:35

    Salve mi chiamo claudia e ho un bambino di 19 mesi che ha fatto il trapianto di cuore a 14 mesi.oggi mi è arrivato un verbale (credo)dalla commissione medica per l’accertamento dell’indennità di accompagnamento e handicap ma su questo verbale non risulta scritta la percentuale di invalidità.c’è scritto che sussistono le condizioni di cui all’art.3 comma 1 e all’art. 3 comma 3.volevo sapere
    1)mi dovrà arrivare un altro verbale dove figura la percentuale di invalidità?
    2)al bambino vengono riconosciute l’indennità d’accompagnamento o la pensione di invalidità?
    3) potreste consigliarmi quale associazione, caf o qualcuno che sappia darmi delle spiegazioni in merito o sappia consigliarmi il da farsi? chiedo scusa ma sinceramente è successo tutto così in fretta che non ho avuto modo di potermi muovere e informarmi a dovere anche perche il bambino è ancora in regime di semi isolamento
    grazie
    saluti claudia

  6. adminon 30 dic 2009 at 17:21

    buonasera, intanto spero che Suo figlio si sia ripreso e che stia bene.
    qui di seguito ci sono le definizioni dei due articoli citati sul verbale:

    L’handicap è la situazione di svantaggio sociale che dipende dalla disabilità o menomazione e dal contesto sociale di riferimento in cui una persona vive (art. 3 comma 1, Legge 104/1992).
    L’handicap viene considerato grave quando la persona necessita di un intervento assistenziale permanente, continuativo e globale nella sfera individuale o in quella di relazione (art. 3 comma 3, Legge 104/1992).
    Una persona può ottenere sia la certificazione di invalidità civile, cecità o sordomutismo che quella di handicap.
    Anche le persone con invalidità diverse (di guerra, per servizio, di lavoro) possono richiedere la certificazione di handicap.

    Mii pare strano che sul verbale non venga indicata la percentuale di invalidità riconosciuta e se è stato concesso l’accompagnamento.
    Per informazioni più precise Le consiglio di chiamare l’ufficio di medicina legale presso cui ha inoltrato la pratica e Vi hanno fatto la visita.
    Per il patronato Le consiglio il Sias, Le posto il link dove può trovare la sede più vicina alla Sua residenza.
    cordiali saluti e sinceri auguri di buon anno nuovo

    http://www.patronatosias.it/sedi/sedi.asp

  7. Sergioon 11 feb 2010 at 22:26

    Buonasera, mi chiamo Sergio e sono invalido al 100% con indennità di accompagno dall’età di 18 anni (ora ne ho 38). Da premettere che sono stato dichiarato inabile e invalido con sentenza del tribunale perciò, in gioventù non ho potuto mai lavoricchiare. Cosa che comunque non avrei potuto fare col passar degli anni per l’insufficienza respiratoria con bronchiectasie che mi costringeva a stare in casa sotto ossigenoterapia. Finchè, ero ormai sul punto di morire (pesavo 50 kili), ed è arrivato il trapianto di polmoni a farmi “respirare” e continuare a vivere. Oggi, con dovuti accorgimenti, me la passo piuttosto bene, ma non potrei comunque lavorare. ieri, però, è arrivata la comunicazione di visita medica per accertamento dall’Inps. Ma la mia invalidità non è permanente? non dovrei essere esonerato dall’accertamento? non è stata emanata da un giudice e quindi non eventualmente revocabile? Come devo comportarmi, dovrei recarmi comunque a visita che oltrettutto è a 800 km da casa, visto che per motivi di salute sono costretto a vivere lontano da casa e vicino all’ospedale che mi ha in cura? Spero che voi possiate risolvere il mio dubbio. Ringrazio anticipatamente e porgo cordiali saluti. Sergio Z.

  8. adminon 12 feb 2010 at 08:11

    buongiorno, sono felice per Lei che stia “meglio”. La rivedibilità in effetti è una procedura utilizzata nelle pratiche di invalidità civile, soprattutto ora che in effetti la linea di azione è diretta allo smascheramento delle truffe. Direi che potrebbe chiedere un parere al Suo medico curante ed un parere alla sede Inps competente per territorio. Credo che sia comunque obbligato a recarsi a visita, portando con se, ovviamente, tutte cartelle cliniche, verbali, dichiarazioni e sentanza del tribunale.
    potrebbe poi farmi cortesemente conoscere lo sviluppo della questione?
    cordiali saluti
    annalisa

  9. angelaon 24 mar 2010 at 16:45

    buona sera mi chiamo angela percepisco l’invalidita’ civile perche’ ho una displasia anca sinistra piu la coxartrosi grave a tutte e due le gambe,ora ho chiesto l’aggravamento e purtoppo anche se sono peggiorata avevo il 75 per cento e tale e rimasto voglio chiedere cosa devo fare? grazie buona sera.

  10. adminon 25 mar 2010 at 07:35

    x Angela: buongiorno, in casi come questo, purtroppo, occorre attendere che passi il tempo previsto dalal normativa e poi richiedere nuovamente l’aggravamento.
    cordiali saluti
    annalisa

  11. Nanninoon 08 apr 2010 at 21:48

    vorrei sapere quanto tempo passa dalla visita del perito del tribunale alla setenza definitiva e al pagamento dell’assegno di invaliditò.
    grazie

  12. adminon 09 apr 2010 at 08:07

    buongiorno, dovrebbero passare circa 5 mesi.
    cordiali saluti
    annalisa

  13. giulioon 03 mag 2010 at 21:02

    ho fatto domanda di invalidità civile alla usl e ho ottenuto il 65%,poi con ricorso in tribunale contro l’inps ho ottenuto il 68%.
    Sono andato a fare l’iscrizione al Centro per l’Impiego ma mi hanno detto che possono iscrivermi solo al 65% e non al 68%.
    Cosa devo fare per fargli accettare il 68%?
    Chiedere alla usl che mi venga riconosciuta la sentenza del tribunale? ma esiste una procedura del genere o devo fare domanda di aggravamento un’altra volta?
    Grazie

  14. adminon 05 mag 2010 at 07:31

    buongiorno, non credo che sia possibile abbassare nuovamente la percentuale, e del resto il Centro per l’Impiego, come regolamento ministeriale, valuta che con una percentuale oltre il 65% non sussiste più l’idoneità al lavoro.
    Provi rivolgersi per maggiori informazioni presso la sede locale del nostro patronato: http://www.patronatosias.it/sedi/sedi.asp
    cordiali saluti
    annalisa

  15. massimoon 11 mag 2010 at 15:14

    grazie per la collaborazione complimenti x il lavoro che svolgete signorina annalisa lei e gentilissima le auguro buon lavoro

  16. adminon 11 mag 2010 at 15:18

    buonasera, spero che le informazioni che Le ho fornito possano esserLe di un qualche aiuto.
    cordiali saluti
    annalisa

  17. maria moriconion 12 mag 2010 at 09:02

    buongiorno vorrei avere notizie sulla procedura del ricorso.Mia madre ha ottenuto a novembre l’invalidità civile al 100% in quanto riconosciuta non autosufficiente per lo svolgimento delle normali attività quotidiane(deficit cognitivo di grado severo). Non gli è stato riconosciuto però l’accompagno. Tramite patronato acli stiamo avviando il ricorso giurisdizionale. Vorrei sapere ,in quanto non chiaramente specificatomi dal patronato, in caso di soccombenza quali sono le spese processuali da sostenere avendo mia madre un reddito personale basso(5.666,64) o se invece bisogna considerare il reddito del nucleo familiare (coniuge) che in questo caso supera i 23.000,00 euro.

  18. adminon 12 mag 2010 at 09:07

    buongiorno,
    se il patronato a cui Vi siete affidati non sa risponderLe, non mi ci azzardo io. Credo che comunque faccia fede la dichiarazione reddituale dell’intero nucleo famigliare, come da stato di famiglia.
    Provi a rivolgersi ad un sede locale del nostro patronato di riferimento, Le posto l’elenco degli indirizzi.
    http://www.patronatosias.it/sedi/sedi.asp
    cordiali saluti
    annalisa

  19. maria moriconion 13 mag 2010 at 11:38

    Buongiorno vorrei sapere i tempi di attesa per il ricorso giurisdizionale per richiedere l’accompagno (invalidità già riconosciuta al 100%). Grazie

  20. adminon 14 mag 2010 at 05:58

    buongiorno, mi risultano essere un paio di mesi… ma con i tempi burocratici, non ne ho la certezza.
    cordiali saluti
    annalisa

  21. PASQUALEon 18 mag 2010 at 22:28

    salve ero invalido al 100% dal 2004 con revedibilita’a luglio del 2009 con diagnosi di(neoplasia vescicale operato con turv)
    dalle visite di routin ospedaliere la situazione e’ rimasta stabile
    dopo la revisione di luglio 2009 mi e’ stata confermata l’invalidita’ definitiva del 50%

    ho presentato ricorso sia per la seguente patologia che per altre
    (perdita di tutti gli elementi dentali -bronchite cronica-)

    volevo sapere se otterro’ qualche punteggio che potrebbe aiutarmi
    in un sostegno economico
    poiche’ o 54 anni sono dissoccupato dal
    2004 e con speranze lavorative zero

    GRAZIE.

  22. adminon 19 mag 2010 at 06:50

    buongiorno,
    purtroppo dubito che dopo una revisione così ravvicinata, in seguito ad un ricorso possano riportarLe la percentuale di invalidità al 100% con indennità di accompagnamento, nonostante la procedura di ricorso.
    cordiali saluti
    annalisa

  23. maddalenaon 03 giu 2010 at 23:09

    Gentile Annalisa, mio fratello ha fatto domanda di invalidità, per una frattura a scoppio del calcagno a seguito di un incidente del 2004 che gli procura non pochi problemi, zoppica ed è subentrata una grave artrosi con conseguenti problemi al bacino e alla lombare. Gli è stata riconosciuta una percentuale del 34% cod.2 con iscrizione alle liste di collocamento nonostante l’ortopedico gli abbia detto che sarebbe stata superiore. Vorrei sapere se può rientrare lo stesso nelle categorie protette e trovare un lavoro visto che è disoccupato senza reddito e con tutti questi problemi, oppure se eve fare ricorso e che probabilità ha di poter raggiungere la percentuale sufficiente con questo tipo di patologie. So che una signora per la stesso problema prende addirittura la pensione di 250.00 euro al mese. Cosa possiamo fare per aiutare mio fratello?
    Grazie

  24. adminon 04 giu 2010 at 07:01

    buongiorno, se la visita medico legale è stata effettuata da oltre un anno e sono subentrati ulteriori aggravamenti rispetto alla situazione valutata, potreste inoltrare domanda per l’aggravemento. Non mi è dato di conoscere quali potrebbero essere le probabilità di un innalzamento della percentuale che raggiunga il limite per essere in categoria protetta, nè è detta che la signora di cui mi parla non abbia ulteriori patologie che prevedano il riconoscimento della pensione.
    Provate a rivolgervi presso il nostro patronato: http://www.patronatosias.it/sedi/sedi.asp , dove potranno darLe indicazioni più precise ed assisterLa nella presentazione delle pratiche.
    cordiali saluti
    annalisa

  25. simoneon 08 giu 2010 at 13:41

    buongiorno,sono simone il 16 giugno devo recarmi in Borgo S. Lorenzo (FI)per visita invalidita” civile volevo cortesemente sapere in cosa consiste,considerato che io ho 2 patologie:Cirrosi Epatica con tutto quello che comporta, epatite B,C cronica, e DIABETE MELLITO 2 SCOMPENSATO. Non posso trovare lavoro perche i medici mi hanno proibito di fare sforzi,considerato anche che sono ufficialmente in lista di attesa per trapianto di fegato al centro nazionale trapianti di PISA.per ultimo volevo sapere se tutto va” come deve andare, i tempi di attesa per la pensione e se viene erogata dal momento di accettazione o da quando mi hanno diagnosticato le patologie Aspettando una vostra risposta RINGRAZIO

  26. adminon 09 giu 2010 at 08:13

    buongiorno,
    la visita di invalidità civile da parte della commissione medico legale dell’Asl, Le attribuirà un punteggio percentuale relativo alle sue condizioni di salute. Tale punteggio potrà favorire l’inserimento in fasce protette per l’assunzione, anche presso pubbliche amministrazioni.
    Vista le Sue patologie, creddo che potrebbero riconoscerLe il 100% con accompagnamento. L’eventuale beneficio monetario andrebbe a decorrere dal momento in cui ha effettuato la domanda per la visita di invalidità civile.
    cordiali saluti
    annalisa

  27. mazingaon 16 giu 2010 at 11:55

    ciao annalisa abito a guidonia avevo l’invalidità al 40% però dopo a causa di un duro intervento alla schiena ho fatto domanda di aggravamento e ho fatto la visita a settembre 2009 quanto devo aspettare per una risposta…sicuramente tu farai prima a rispondere..ahahahha…ho sdrammatizzato un pò…cordiali saluti e ringraziamenti….

  28. mazingaon 16 giu 2010 at 12:19

    ciao Annalisa ho fatto la visita per l’aggravamento a settembre 2009 quando mi daranno una risposta. grazie per le attenzioni che ci dai a tutti quelli che ti scrivono

  29. adminon 16 giu 2010 at 13:43

    buongiorno,
    grazie, è un piacere “tentare” di essere “utile” e provare a fornire qualche risposta.
    In via teorica, in un paio di mesi dovrebbe esserci una risposta da parte del Ministero (assurdità se si pensa che la decisione viene comunque presa seduta stante dalla Commissione Medico Legale al termine della visita).
    Provi a rivolgerSi presso il servizio di Medicina Legale presso cui ha effettuato la visita, dovrebbero saperLe dire a che punto sono con gli invii dei verbali… in modo da sincerarsi anche che magari qualcosa non sia andato perso…
    cordiali saluti
    annalisa

    p.s. in contatto è anche on line su facebook, per un servizio informativo aggiuntivo. ASSOCIAZIONE IN CONTATTO ONLUS

  30. christianon 20 giu 2010 at 08:04

    buon giorno io 4 anni fa ho subito un’intervento alla gamba sinistra
    per rottura di tibia,piatto tibiale ed innesto per ricostruzione . ho avuto il 25% di riconoscimento di invalidita’, pero’ io non riesco comunque a lavorare perche’ la gamba mi regge poco. ora sto facendo domanda di aggravio, vorrei sapere per essere iscritto alle fasce protette ed avere piu’ possibilita’ di lavoro quanto deve essere l’ivalidita’? grazie ossequi

  31. adminon 21 giu 2010 at 09:54

    buongiorno, per essere inseriti nelle fasce protette occorre avere almeno il 46 % di invalidità.
    cordiali saluti
    annalisa

  32. catiaon 22 giu 2010 at 22:33

    salve,vorrei raccontarvi la situazione adir poco paradossale di mia madre ,magari qualcuno può darmi un aiuto.Nel2006 le viene concessa un ivalidità al100% .facciamo ricorso al tribunale di Frosinone tramite avvocato .La signora oggi 78 anni viene sottoposta nuovamente a visita di accertamento in aprile del 2007.dDa allora siamo in attesa di una sentenza del giudice .La prima diagnosi era di:vasculopatiacerebrale cronica ,esiti di loboctamiadx per carcinoide,ipertensione grave ,esiti di isterctomiap per ADK, epatite cronicaHIV correlata tiropatia artrite reumatoide. A marzo 2010 abbiamo presentato un aggravamento per le seguenti nuove patologie:tumore neuroendocrino,(inoperabile)e carcinomalobulare infiltrante della mammella sx ed è stata sottoposta ad un nuovo intervento chirurgico di mastectomia radicale.Non si possono somministrare altre terapie in quanto potrebbero risultare letali.
    L’avvocato sostiene che è soltanto responsabilità del giudice che è lento a disbrigare le pratiche e che mia madre dovrà essere ancora sottoposta ad un altro accertamento (sarà viva ancora?) VI PREGO DATEMI UNA MANO

  33. adminon 23 giu 2010 at 07:07

    buongiorno,
    direi che percorrendo le vie legali state già facendo il possibile. Purtroppo ben conosciamo i ritmi burocratici della giustizia.
    Posso consigliarLe di denunciare la situazione a mezzo stampa ed anche a mezzo video tramite trasmissione del genere “mi manda rai3″ o “striscia la notizia” che spesso si sono mostrati i canali migliori per tentare di velocizzare certe lentezze.
    cordiali saluti
    annalisa

  34. massimoon 25 giu 2010 at 13:44

    Salve, avrei dei quesiti da porvi, ho 54 anni e dal 1997 soffro di diabete mellito di tipo2 (insulino dipendente dal marzo 2009 con retinopatia non proliferante) di conseguenza sono costretto a fare 4 iniezioni di insulina al giorno, 9 unità la mattina, 12 a pranzo, 8 la sera e 12 a rilascio lento la notte, in più soffro di ipertensione arteriosa 130/90, sono un po sovrappeso. il mio indice di massa corporea è pari a 31,ed in più ho un epatopatia cronica, secondo lei potrei avere diritto ad un assegno di invalidità civile od all’assegno ordinario di invalidità? nel caso approssimativamente che percentuale potrei raggiungere??? la ringrazio molto…
    MAssimo…

  35. adminon 25 giu 2010 at 13:53

    buongiorno,
    non ho competenze mediche per poterLe dare una consulenza tecnica relativa alle Sue patologie.
    provi a sentire il parere del Suo medico curante e della casistica che può aver già riscontrato.
    cordiali saluti
    annalisa

  36. giannaon 26 giu 2010 at 23:37

    Buonasera, mia madre ha di rcente effettuato la visita della Commissione integrata pe ril riconoscimento dell’invalidità e ai sensi della 104.
    Dal verbale provvisorio vedo che le è stata riconscuta l’invaldità al 100% non però l’handicap grave…nonostante la diagnosi di demenza vascolare con encefalopatia multinfartuale rilevata dalla RMN …e l’intervento di protesi d’anca che ha lasciato, pur riuscito, conseguenze sulla deambulazione, ma soprattutto sulla psiche determinando l’aggravio del calo cognitivo
    Stiamo aspettando il verbae defintivo..chiedo gentilmente essendo novizia della materia se già mi posso muovere per valutare, , come mi è stato indicato al distretto uff. invalidi, dell’eventuale ricorso al giudice ordinario..mi è stato consilgliato un patronato o l’ass,ne invalidi pe rla valutaiozne del medico legale …che tempi qualei modalità e costi prevde questo iter? la ringrazio molto buonasera

  37. adminon 28 giu 2010 at 08:41

    buongiorno,
    il verbale definitivo non dovrebbe cambiare. Per l’aggravamento è necessario che però vengano portate prove di un deterioramento ulteriore rispetto alla situazione valutata, in quanto la commissione medica è la stessa.
    Può comunque rivolgerSi ad un patronato o ad una associazione. Non Le so però indicare i costi.
    cordiali saluti
    annalisa

  38. maria moriconion 05 lug 2010 at 14:16

    Salve, a mia madre è stata riconosciuta l’invalidità al 100% e stiamo facendo il ricorso per il riconoscimento dell’accompagno. Vorrei sapere la procedura per chiedere la legge 104 (i tre giorni mensili e tutto il resto). Sono un’impiegata ministeriale e abito nella stessa città di mia madre.Grazie

  39. adminon 07 lug 2010 at 10:04

    buongiorno,
    per i lavoratori del settore privato occorre inoltrare la domanda, corredata del verbale di invalidità presso l’Inps.
    Per i lavoratori della P.A., provi a rivolgersi presso l’ufficio amministrazione del eprsonale che le confermerà se ne è il responsabile o se deve rivolgersi direttamente all’Inpdap.
    cordiali saluti
    annalisa

  40. mariaon 09 lug 2010 at 07:31

    salve,sono portatrice di handicap con grado di invalidità del 70%. sono andata a revisione e mi hanno abbassato il grado al 50%. posso ancora usufruire dell’art.21 L.104? aspetto gentile risposta. GRAZIE

  41. adminon 09 lug 2010 at 09:03

    buongiorno,
    dovrebbe effettuare la richiesta presso gli sportelli informativi della medicina legale.
    cordiali saluti
    annalisa

  42. marinaon 14 lug 2010 at 08:53

    buongiorno, mio marito ha fatto domanda per l’accompagno essendo cieco parziale(1\60) insulino dipendente e altre patologie è stato convocato a visita dopo 2 anni ,la commissione gli ha fatto ripetere 4 esami ,volevo sapere i tempi per la risposta .la ringrazio per la sua disponibilità e gentilezza

  43. adminon 14 lug 2010 at 10:28

    buongiorno,
    putroppo, i tempi di risposta variano da zona a zona del nostro stato (es. qui in Piemonte la convocazione a visita avviene dopo un paio di mesi, così come il ricevimento del verbale).
    chieda al patronato presso il quale ha inoltrato richiesta la tempistica usuale di risposta, dovrebbero avere una casistica tale da poterLe dare una risposta.
    cordiali saluti
    annalisa

  44. Vincenzoon 15 lug 2010 at 10:12

    Io lavoro fuori dalla provincia di residenza,volevo sapere se mi posso iscrivire alle liste di collocamento speciale della mia provincia. Ho una percentuale di invalidità del 75 %
    Grazie.

  45. adminon 15 lug 2010 at 14:58

    buongiorno,
    non dovrebbe esserci alcun problema.
    cordiali saluti
    annalisa

  46. CARMENon 02 ago 2010 at 18:00

    volevo sapere a che punto sono le domande degli invalidi civili io ho fatto la visita il 17 febbraio di quest anno

  47. adminon 03 ago 2010 at 08:43

    buongiorno Carmen,
    purtroppo i tempi di risposta non sono omogenei sul territorio nazionale, variano da regione a regione. In Piemonte in genere trascorrono al massimo un paio di mesi.
    provi a rivolgersi presso il patronato attraverso il quale ha effettuato la prenotazione della visita, dovrebbero saperLe dare maggiori indicazioni.
    cordiali saluti
    annalisa

  48. tizianaon 23 ago 2010 at 09:47

    Buongiorno,
    volevo chiedere all’azienda dovo lavoro aspettativa per assistere la mamma 91 enne con disabilita’ grave.usufruisco gia’ dei 3 giorni al mese di permesso.io sono sposata e abito a 300m di distanza dalla sua abitazione.attualmente vive da sola con badante.se cambio la sua residenza e viene ad abitare con me,devo far cambiare tutti i dati anagrafici sui suoi documenti?.Io non faccio assistenza in modo continuativo ma frazionabile ogni 6 mesi.All’anagrafe mi hanno detto che la sua abitazione diventa seconda casa e le verrebbero aumentate le
    bollette asm.gas,ici ecc.
    in attesa di un vs gentile riscontro colgo l’occasione per porgervi distinti saluti
    tiziana

  49. biagioon 23 ago 2010 at 15:35

    ciao sono biagio ho passato la visita di invalido civile a dicembre 2009 e ancora nessuna risposta sono di agrigento

  50. adminon 24 ago 2010 at 10:05

    buongiorno Biagio,
    purtroppo i tempi per la comunicazione degli esiti della visita variano al variare della regione in cui si risiede.
    Provi a rivolgersi presso il serivizo di medicina legale dell’Asl presso il quale ha effettuato la visita; dovrebbero saperLe fornire qualche informazione precisa sui tempi tecnici.
    cordiali saluti
    annalisa

  51. adminon 24 ago 2010 at 10:07

    buongiorno Tiziana,
    sì, deve effettuare il cambio di residenza, con tutto quello che comporta relativamente ai dati sui documenti ed alle tariffere maggiorate come seconda casa e come utenze.
    cordiali saluti
    annalisa

  52. Silviaon 29 ago 2010 at 23:05

    Salve, sono mamma di un bimbo di 5 anni riconosciuto invalido totale e con L. 104, art. 3 comma 3, con indennità di frequenza ma non di accompagno, rivedibile tra pochi mesi.
    Nel frattempo ho presentato ricorso al giudice ordinario per ottenere l’accompagnamento e la cosa sta andando per le lunghe a causa di una assenza per infortunio del giudice stesso, mai sostituito, e di lacune del CTU.
    A breve dovrò presentare domanda per la rivedibiltà sia dell’invalidità che dell’handicap.
    Posso farlo o devo attendere la sentenza? E se devo attendere la sentenza, posso presentare domanda almeno per rivedibilità della 104 (dato che sono due cose ben distinte) per non perdere i diritti acquisiti sul lavoro?
    Nel caso in cui dovessi attendere sentenza, i benefici economici erogati al momento (indennità di frequenza) valgono fino al pronunciamento del Giudice?
    Se presento domanda l’esito della commissione che validità ha, prima del pronucniamento del Giudice?
    Grazie. Silvia

  53. adminon 30 ago 2010 at 08:29

    buongiorno Silvia,
    come sportello di segretariato sociale, non ci arrischiamo a scendere troppo nel particolare di situazioni così complictae, in quanto non ne abbiamo le competenze. Le consiglierei di rivolgerSi presso il patronato presso il quale ha già presentato domanda di invalidità civile, dove sicuramente hanno una casistica piuttosto ampia per poter rispondere ai Suoi quesiti.
    cordiali saluti
    annalisa

  54. DARIOon 03 set 2010 at 14:58

    salve,mi chiamo Dario e ho 30 ANNI.
    Ho bisogno di un consiglio.
    1anno fa sono stato operato al neuroma di morton al piede sx con perdita quasi totale della sensibilita’ delle ultime tre dita del piede sx.
    Purtroppo questa e’ la conseguenza dell’operazione(e ne ero a conoscenza,ma nn si poteva fare altrimenti).
    Ora nn riesco piu’ a svolgere la mia mansione nel migliore dei modi per via dei postumi che mi ha provocato questo intervento.
    Le mie assenze PER MALATTIA sono sempre cmq limitate al piu’ possibile.
    Chiedo se posso ottenere dei punti d’invalidita’, a chi dovrei presentare l’eventuale documentazione e dove posso eventualmente appoggiarmi per chiarimenti.
    Preciso che sono un lavoratore dipendente e mulettista.
    Grazie per il tempo concessomi.

  55. adminon 03 set 2010 at 16:13

    buongiorno Dario,
    può inziare le procedure per il riconoscimento dell’invalidità civile, attraverso il Suo medico curante ed attraverso un patronato.
    Potrebbe anche rivolgersi all’Inail, per vedere se c’è qualcosa di specifico riferito alla Sua problematica.
    cordiali saluti
    annalisa

  56. ANTONELLAon 18 set 2010 at 11:14

    SALVE…SONO UNA MAMMA DI 1 BAMBINO DIABETICO…USUFRUIVA DEL SUSSIDIO DI FREQUENZA SCADUTO A APRILE 2010…HA FATTO LA VISITA DI REVISIONE E MI è ARRIVATO IL VERBALE DELL ACCERTAMENTO DELL INVALIDITA…….CON SU SCRITTO NN INVALIDO….VOLEVO SAPERE SE ORA MI VERRA SOSPESO L ASSEGNO …CORDIALI SALUTI
    ANTONELLA

  57. vincenzoon 20 set 2010 at 20:58

    Salve, mi chiamo Vincenzo e sono il padre di un bambino di 12 anni.
    quando mio figlio aveva 19 giorni di età ha subito un intervento di coartazione aortica, dotto di bottallo e peach nel cuore. Tutto è andato bene. Al momento teniamo la pressione arteriosa sotto controllo in quanto si sono verificati alcuni picchi (massima 220), il bimbo si affatica facilmente i dottori mi hanno consigliato di evitare di fare attività fisica anche a livello scolastico. Le prime stime tendono ad una necessità di eseguire uno stent poichè l’aorta si è nuovamente ristretta e sicuramente sarà previsto per il mese di ottobre p.v.
    Vorrei formulare la seguente domanda. Secondo voi ci sono i presupposti e/o requisiti per avanzare una domanda per il riconoscimento di invalidità e in caso affermativo è possibile vi possa essere un eventuale corresponsione di assegno a decorrere dalla data del primo intervento?
    Spero in un vostro interessamento e nel frattempo vogliate gradire i miei più cordiali saluti.

  58. adminon 21 set 2010 at 09:13

    buongiorno Vincenzo,
    direi che gli estremi per il riconoscimento e per l’assegno potrebbero esserci.
    La decorrenza dell’eventuale corresponsione economica è a decorrere dal momento di presentazione della domanda di invalidità.
    cordiali saluti
    annalisa

  59. adminon 21 set 2010 at 09:32

    buongiorno Antonella,
    nel momento in cui sul verbale non risulta più invalido, viene a cessare l’erogazione economica.
    cordiali saluti
    annalisa

  60. pinaon 24 set 2010 at 11:01

    Salve sono Pina da Napoli 50 anni volevo sapere in cosa consiste la richiesta di presentarsi alla asl per essere sottoposta agli accertamenti ai fini dell’inserimento al lavoro . da premettere che ho già un’invalidità del 55%ma con ricorso in atto .grazie della vostra attenzione

  61. tdon 24 set 2010 at 17:23

    quale spettanza economica al patronato che ha curato il ricorso per il riconoscimento di invalida civile? Non ha reddito proprietaria prima casa.
    Il coniuge percepisce una pensione di 1000 euro mensili.
    cordiali saluti ROSA.

  62. Filippoon 25 set 2010 at 16:14

    Cortesemente potrei sapere se con 2 operazioni ernia del disco l4 l5 l5 s1,con impianto protesi interspinali,la 1 nel 2006,la 2 luglio 2010 tuttora in convalescenza,si può avere un riconoscimento di invalidità. Cordiali saluti in attesa di una vostra risposta.

  63. adminon 28 set 2010 at 08:45

    buongiorno Filippo,
    Le consiglio di chiedere direttamente al Suo medico curante che sicuramente ha esperienza in materia di riconoscimento di invalidità civili.
    cordiali saluti
    annalisa

  64. adminon 28 set 2010 at 08:48

    buongiorno Pina,
    la richiesta della Asl per i controlli è disgiunta dall’inserimento lavorativo.
    per potere essere inserita nelle categorie di svantaggio deve fare domanda presso il locale centro per l’impiego.
    cordiali saluti
    annalisa

  65. adminon 28 set 2010 at 08:49

    buongiorno Antonio,
    il patronato non ha diritto a nulla, se non al riconoscimento del tesseramento annuale.
    cordiali saluti
    annalisa

  66. raffaellaon 05 ott 2010 at 22:49

    Salve avrei bisogno di un informazione .. nel 1999 e nel 2000 sono stata operata di otosclerosi bilaterale e nel 2003 su consiglio del mio medico curante feci richiesta di invaliditàcivile la commissione di allora mi diede il 46% di percentuale ..di seguito feci anche l’iscrizione al centro per l impiego x le categorie protette .Quest anno dopo anni di inoccupazione sono finalmente riuscita a trovare un lavoro ma alla visita la commissione straordinaria in base alle nuove direttive mi ha abbassato la percentuale al 20% .mi è stato chiesto di rifar domanda aggiungendo altre patologie .e quindi io vorrei sapere se un epatite b cronica ,una lombosciatalgia e una cervicalgia gli esiti degli esami radiologici appena fatti alla colonna cervicale e alla colonna lombosacrale sono :riduzione della fisiologica lordosi cervicale associata ad iniziali manifestazioni di spondilosi più evidenti a livello c5-c6 dove concomita riduzione in ampiezza dello spazio intersomatico corrispondente .
    Rettilineizzazione del rachide lombare associata a segni di instabilità di colonna per anteriorizzazione dell’asse statico .
    Spazi intersomatici del tratto lombare di ampiezza conservata .
    Non alterazioni osteo-strutturali a focolaio a carico dei metameri in esame .
    Ora mi chiedo :queste nuove patologie aggiunte possano far riportar la percentuale al 46%? sperando che il tutto succeda prima che mi scada il contratto di lavoro .

    in attesa di una vostra risposta porgo distinti saluti

  67. adminon 07 ott 2010 at 16:12

    buongiorno Raffaella,
    come assistente sociale non Le so dire con certezza se tali patologie potranno aumentare nuovamente la percentuale.
    dovrebbe chiedere al Suo medico curante che sicuramente ha esperienza in materia.
    cordiali saluti
    annalisa

  68. raffaellaon 07 ott 2010 at 22:36

    la ringrazio x la gentile risposta

  69. raffaeleon 25 ott 2010 at 19:58

    sono stato sottoposto a verifica medica e mi hanno tolto l accopagnatore . allora ho fatto ricorso e il giudice del lavoro mi a dato ragione confemadomi l accopagnatore e condannando l inps a pagare gll iarretrati . sono ancora un invalido che puo essere chiamato a verifica . la ringrazio

  70. adminon 27 ott 2010 at 14:02

    buongiorno Raffaele,
    sono procedure specifiche dell’Inps. Non so dirLe se è ancora sottoponibile a visita.
    cordiali saluti
    annalisa

  71. marioon 27 ott 2010 at 14:29

    buon giorno avrei bisogno di un consiglio. ho subito 2 interventi x neurinoma alla colonna vertebrale (l2 l3) luglio 2008 marzo 2010. soffro di ernia jatale ho un acromio claveare alla spalla sx e dall,ultima rnm si nota ernia discale l4 s1.mi e stata riconosciuta invalidita al 50%,posso fare ricorso.(attuamente ossigenozzono terapia) per evitare nuovo i ntervento. cosa posso fare? grazie e buona giornatA (ERNIA DISCALE L4 S1 )è uscita dopo la visita fiscale.

  72. pinaon 28 ott 2010 at 08:59

    ciao volevo porvi una domanda, ho fatto ricorso nel 2008 per la mia pratica di invalidità avendo ottenuto il 55%. Nel febbraio 2010 ho fatto la visita al ctu oggi 28 10 2010 il ctu presenterà (si spera) la mia documentazione al giudice quanto tempo ancora passerà prima di avere delle risposte? perchè alcune persone hanno avuto risposte prima di me avendo fatto visita dal ctu dopo di me?I tempi non dovrebbero essere uguali per tutti?Grazie per accettare sempre gentilmente i nostri sfoghi Pina Napoli

  73. filippoon 28 ott 2010 at 10:29

    Cortesemente potrei sapere se con 2operazioni ernia del disco si puo` avere riconoscimento di invalidita?.La prima operazione fatta nel 2006 al,tratto l4 l5,poi la seconda fatta nel 2010 al tratto l4 l5 l5 s1 con impianto di protesi interspinosa.Cordiali saluti in attesa di una vostra risposta

  74. Anna Mariaon 28 ott 2010 at 14:20

    Gent.ma Annalisa buongiorno,
    le pongo il mio questio: mia madre (76 anni) è stata sottoposta a febbraio 2010 a visita per accertamento invalidità ed è stata riconosciuta invalida al 100% ma senza accompagnamento. A breve sarà ri-operata e temiamo un aggravamento delle sue condizioni di deambulazione, già seriamente compromesse ( infatti cammina con il deambulatore e porta un busto rigido rilasciato dall’ortopedico dell’Asl).
    Non abbiamo presentato ricorso, ma se avremo necessità di chiedere l’aggravamento, quanto tempo occore aspettare dalla sua precedente visita di accertamento? Grazie e cordiali saluti.
    anna maria

  75. cristianon 28 ott 2010 at 17:40

    salve vorrei sapere mia sorella ha fatto una visita di revisione per invalidità civile in data 30/06/2010,premesso che questa è la quarta visita consecutiva visto che la sua pensione ha decorrenza dal marzo 1999 i tempi di attesa dell’esito della visita(verbale).

  76. Maria Piaon 28 ott 2010 at 22:42

    Buonasera,
    vorrei alcune informazioni relativamente alla rivedibilità. In particolare mia nonna invalida al 100% non deambulante, a giugno 2009 le è stata tolta la pensione per non aver effettuato la visita di rivedibilità, ovviamente trattasi di dimenticanza. A giugno 2010 abbiamo ripresentato la domanda all’Inps di competenza ma ancora non abbiamo alcuna risposta, tra l’altro quello che ci hanno comunicato è che molto probabilmente perderà le pensioni arretrate. E’ esatto? Oppure c’è qualche procedura alla quale possiamo affidarci? Inoltre non riusciamo a farle avere nè una sedia a rotelle nè altri servizi necessari e che le spetterebbero.
    Grazie

    Cordialmente,
    Maria Pia Tocenzi

  77. robertoon 29 ott 2010 at 13:23

    buon giorno ho un problema oggi mi e arrivato il verbale da parte dell’asl dove a seguito della mia patologia :
    -spondiloartrosi cervicale con discopatie c6,c7, e sindrome vertiginosa e depressiva
    mi e stata accertata l’invalidità al 44% la cosa mi preoccupa molto visto il mio malessere mi potete indicare visto che vivo a cagliari a chi mi posso rivolgere per poter avere la legge 104 attraverso il ricorso …….e che passi devo fare per potermi tutelare grazie .

  78. adminon 29 ott 2010 at 13:34

    buongiorno Roberto,
    può richiedere l’aggravamento con la stessa procedura utilizzata per la prima visita, sempre che abbia del nuovo materiale medico da poter produrre a testimonianza del peggioramento.
    cordiali saluti
    annalisa

  79. adminon 29 ott 2010 at 13:40

    buongiorno Maria Pia,
    l’ufficio preposto è il servizio di medicina legale dell’asl presso il quale ha effettuato la visita di invalidità; per gli ausili (sedia a rotelle ecc), deve rivolgersi presso l’ufficio protesica.
    cordiali saluti
    annalisa

  80. adminon 29 ott 2010 at 13:41

    buongiorno Cristian,
    i tempi d’attesa variano da regione a regione, provi ad informarsi presso il servizio di medicina legale dell’asl di competenza.
    cordiali saluti
    annalisa

  81. adminon 29 ott 2010 at 13:45

    buongiorno Anna Maria,
    non ci sono termini di tempo. L’unica discriminante è il poter allegare nuova documentazione che attesti l’aggravemento, come mi pare, purtroppo, sia questo il caso.
    cordiali saluti
    annalisa

  82. adminon 29 ott 2010 at 13:45

    buongiorno Filippo,
    non ho competenze mediche per darLe una risposta. Provi a chiedere al Suo medico curante, in base alla Sua esperienza.
    cordiali saluti
    annalisa

  83. adminon 29 ott 2010 at 13:47

    buongiorno Pina,
    purtroppo i tempi variano da regione a regione, non Le so dire.
    Provi ad informrsi presso il serivizo di medicina legale dell’asl di competenza.
    cordiali saluti
    annalisa

  84. adminon 29 ott 2010 at 13:50

    buongiorno Mario,
    può chiedere l’aggravamento nel caso in cui, come purtroppo mi pare, abbia nuova documentazione da far esaminare.
    cordiali saluti
    annalisa

  85. lauraon 04 nov 2010 at 14:52

    Buon giorno, sono affetta da sclerosi multipla recidivante remittente, per il momento cammino, ma ho costante dolore neuropatico bruciante e urgenza nella minzione.
    L’anno scorso ho fatto domanda di invalidità e legge 104 (ho anche una bambina di 13 anni già orfana di padre).
    Mi hanno riconosciuto il 50% di invalidità e solo l’art. 3 comma 1 della legge 104.
    Ora faccio molta fatica a lavorare, anche perchè soffro di mal di schiena cronici e acuti, spesso cado e sento molto la fatica fisica.
    Nell’ultimo anno si sono aggiunti un’osteopenia a tutte le ossa e osteoporosi alla colonna vertebrale e delle spondilosi involutive con apposizioni osteofitosiche nel tratto cervicale e lombo sacrale, oltre a delle discopatie e involutive L4-L5 e L5-S1.
    Vale la pena presentare domanda di aggravamento? MI riconosceranno almeno il 16% di invalidità in più?
    Cordiali saluti
    Laura

  86. adminon 04 nov 2010 at 15:14

    buongiorno Laura,
    il nostro non è un servizio specialistico.
    Provi a chiedere al Suo medico curante che potrebbe avere esperienza in merito
    cordiali saluti
    annalisa

  87. carmineon 05 nov 2010 at 19:47

    Salve
    Non so se questa è la sede adeguata per chiedere questa cosa, se non lo è, mi scuso ma voglio fare luce su questa faccenda che mi è capitata e ci sto provando in tutti i modi, se qualcuno mi può aiutare gli sarei enormemente grato. Scrivo a nome di mio padre che ha 59 anni ed è affetto dal morbo di parkinson da più di 10 anni. Dopo aver fatto domanda di invalidità civile tramite un avvocato che opera per conto di un patronato e dopo tutte le visite previste, gli è stata accertato più del 80% di invalidità, dopo 9-10 mesi è arrivato il primo assegno con i relativi arretrati. Il problema sta nel fatto che l’avvocato ha chiesto come prezzo per la sua prestazione il 50% dell’assegno che è arrivato, e la cosa grave è che sa pure quanto gli è arrivato di preciso, come è possibile una cosa del genere? dove è andata a finire la privacy? L’avvocato puo chiedere una percentuale così alta? Non è per una questione economica ma è per il fatto che mio padre sta in uno stadio avanzato della malattia e quindi non è sempre lucidissimo mentalmente quindi non vorrei che fosse vittima di raggiri o truffe. Vi ringrazio per l’aiuto

  88. adminon 09 nov 2010 at 15:46

    buongiorno Carmine,
    Le consiglio di denunciare l’avvocato ed il patronato.
    I patronati hanno l’obbligo di inoltrare gratuitamente le pratiche per l’ottenimento dell’invalidità civile.
    Tutte le visite e gli accertamenti sono poi indipendenti dal patronato stesso, dipendendo dalla Commissione medico legale dell’ASL.
    cordiali saluti
    annalisa

  89. MAUROon 10 nov 2010 at 21:31

    BUONGIORNO
    PER CORTESIA MI POTREBBE DARE UN INFORMAZIONE IO SONO DIABETICO PRENDO 2 PASTIGLIE AL GIORNO ED IN PIU HO CONTRATO IL VIRUS EPATITE C CRONICA POSSO FARE DOMANDA DI INVALIDITA CIVILE IN ATTESA DI UNA RISPOSTA PORGO DISTINTI SALUTI

  90. adminon 11 nov 2010 at 08:57

    buongiorno Mauro,
    il nostro è un servizio di segretariato sociale. Le cosiglio di chiedere informazioni al Suo medico curante che sicuramente ha più esperienza in materia.
    cordiali saluti
    annalisa

  91. martini annaon 12 nov 2010 at 17:50

    buongiorno ho una domanda da farle allora io nel luglio 2006 sono stata operata ho subito una quad.al seno con asporto dei linfonodi asc.ho fatto chemio e radio e mi hano levato per sempre il ciclo
    ho fattola domanda di inv.ottenento il100%con accompagno dopo 2 anni sono passata dopo ulteriore visita al 75%e ora a marzo 2010 ho ripassato la visita colleggiale usl e mi hanno nonostante abbia portato certificati come abbassamento della vista da un occhio visus 2/10 con correzione6/10 e quella ortopedica per il braccio con difficolta motorie e relazione neurologica sono stata abbassata al 40%di invalidita e’possibile posso fare ricorso?se si ha chi posso rivolgermi preciso ho 40 anni sono giovane ma mi sento demoralizzata e possibile non devono passare 5 anni per dire che sono fuori pericolo.grazie per una sua consulenza anna

  92. massimoon 12 nov 2010 at 23:01

    bungiorno sono ancora io massimo ho preso epatite b nel 1974 e in questi anni ho preso anche epatite c sia la b che la c positive con fegato fibrocistico con cerrosi epatica cronica sono passati tanti anni 36 anni con epatite cronica con 2 volte interferone per ciascun volta 1 anno di tempo senza risultato sempre positivo a marzo mi sono agravato con ricovero interfento esportazione cistivelia per insufficesa epatica e un linfonodo al colon della cistifelia poi itervento ginocchio dx per rottura crociati anteriori posteriori posteriori ancora rotti spalla rotta intervento ciste con vistola da 4 cnm a parti molli linvonodo alla mascella dx sotto il mento intervento rottura tendini mano dx con cicatrice ernia lombare strabismo di venere occhio dx dalla nascita diotria 6 …….vorrei sapere se posso avere possibilita a sapere quanti punti posso prendere per invalidita spero avere una risposta al piu presto 17.11.2010.devo fare la visita per invalidita spero ad una fascia protetta ho perso il lavoro per causa della salute oggi come oggi sono dissocupato con la mia malatia se in italia un uomo si aggrava ti buttono su una strada e un buon aiuto non credete e come farti morire sono sposato con 2 figli buon aiuto mi anno dato solo tantissimi problemi economici e di salute grazie governo

  93. ritaon 14 nov 2010 at 10:43

    salve sono la mamma di una ragazza invalida’ , gia’ dall 2003 e stata rionusciuta invalida civice all 100% , e ogni tre anni ha fatto rivisione medica , quest’anno nella rivisione medica e stata rilevata l’accompagnamento e riconosciuta l’indignita di frequenza , premetto che la ragazza nn riconosce la valuta dei soldi e per attraversare necesita di un accomp , sono sttata da un patronato in cui ha fatto la visita medica legale e li mi e stato confermato che la ragazza minore necesita dell’accompagnamento , ora mi chiedo x quale motivo mi e stata rilevata l’indignita di accompagnamento , ho l’indignita’ di frequenza e come l’accompagnamento , aspetto vostra risposta ringrazio tanto , distinti saluti rit

  94. adminon 15 nov 2010 at 18:33

    buongiorno Rita,
    purtroppo sono decisioni prese dalla commissione medico legale.
    Può solo procedere con unanuova richiesta di aggravamento, portando ulteriori accertamenti medici a riprova.
    cordiali saluti
    annalisa

  95. adminon 15 nov 2010 at 18:35

    buongiorno Massimo,
    il nostro è un servizio di segretariato sociale. Il Suo medico curanyte dovrebbe avere esperienza sull’accoglimento o meno di istanze come la Sua.
    cordiali saluti
    annalisa

  96. adminon 15 nov 2010 at 18:41

    buongiorno Anna,
    può provare a chiedere l’aggravamento, con nuovi certificati medici. Diversamente provi a rivolgerSi presso il Tribunale del Malato, è isitutito in ogni azienda ospedaliera.
    cordiali saluti
    annalisa

  97. CIROon 16 nov 2010 at 11:45

    Salve, sono invalido civile con sentenza del giugno 2004 dal giudice del tribunale di Napoli nella misura del 78%. sono risultato affetto: Sindrome depressivo-ansiosa, cecità monoculare, broncopatia cronica con sindrome disventilatoria di tipo ostruttivo di severa entità, ileite cronica, prostatismo, malattia artrosica, alopecia universale. col trascorrere del tempo si sono presentate purtroppo altre malattie: nel 2005 diverticolosi del colon complicata da diverticolite frequenti. Nel 2007 mi viene diagnosticata con ricovero ordinario una artrite psoriasica. nel 2008 vengo sottoposto ad intervento chirurgico di erniectomia e discectomia L5-S1. Nell’ottobre del 2010, ovvero un mese fa, sono sottoposto a intervento TURV per carcinoma vescicale, sono in attesa per la chemioterapia. In tal frangente mi viene recapitato l’invito da parte dell’I.N.P.S. di presentare documentazione per accertamento di verifica. Mi sono recato all’inps, ho consegnato tutto il necessario, compreso la diagnosi di tumore alla vescica, ma, dopo qualche giorno mi viene recapitata una raccomandata nella quale compare l’invito a presentarmi a visita medica. Ora dico; ma è proprio tutto normale che questi agiscano con tale diffidenza che, quasi come se non si rendessero conto che tanta gente è invalida sul serio, e che certi disturbi arrecano solo ulteriori sofferenze? cordiali saluti!

  98. adminon 17 nov 2010 at 08:58

    buongiorno Ciro,
    mi dispiace per la Sua situazione, ma ,purtroppo, è cronaca quotidiana che le diagnosi e le documentazioni spesso risultino essere false.
    Non è il Suo caso, ma i controlli servono proprio ad evitare che soggetti in ottima salute godano di benefici non dovuti.
    cordiali saluti
    annalis

  99. annaon 20 nov 2010 at 22:10

    salve sono una signora di 51 anni operata nel 1987 di colectomia totale con ileostomia sinistra dall’accertamento effettuato a suo tempo mi era stata riconosciuta un’invalidita’ al 55%, ora ho chiesto un’aggravamento in questi anni ho avuto tante altre patologie quali: epatopatia cromica hcp correlata da trasfusione, fistola perianale e annessiectomia sx artrite
    reattiva ginocchio dx e amno dx talessemia minor, dalla visita effettuata mi e’ stato riconosciuto solo il 67% di invalidita’. Ritiene che debba fare ricorso? le preciso che una visita medico legale effettuata due anni orsono per hcv sangue infetto mi aveva gia’ assegnato il 75%.
    La ringrazio anticipatamente per la sua risposta.

  100. ritaon 21 nov 2010 at 21:12

    Buongiorno
    ho una invalidità civile 75% e a gennaio 2011 devo presentare domanda di revisione (terza visita). Con la domanda precedente presentavo le seguenti patologie: diabete tipo 2 con retinopatia, sindrome Sturge weber, tiroidite hashimoto, esiti surrenectomia dx. Recentemente ho “guadagnato” ernie del disco invertebrale senza mielopatia. Chiedo se con le nuove disposizioni INPS le patologie riconosciute sono state modificate e se alcune delle suindicate patologie non rientrano più tra quelle che portano punteggio. Grazie
    rita

  101. adminon 23 nov 2010 at 10:21

    buongiorno Rita,
    il nostro è un servizio di segretariato sociale, per informazioni così precise chieda al Suo medico curante, dovrebbe avere esperienza in merito.
    cordiali saluti
    annalisa

  102. adminon 23 nov 2010 at 10:30

    buongiorno Anna,
    il nostro è un servizio di segretariato sociale, provi a chidere al Suo medico curante in base alla sua esperienza di tipo medico.
    cordiali saluti
    annalisa

  103. orazioon 23 nov 2010 at 22:45

    Buona sera, vi racconto brevemente la mia storia, sono affetto da spina bifida invalido al 100% dalla nascita, ercepisco l’accompagnamento non essendo in grado di compiere gli atti quotidiani della vita, deambulo con carrozzina ma fortunatamente riesco a fare qualche passo usando le stampelle, nel settembre 2010 vengo chiamato per i controlli sui falsi invalidi, mi reco all’inps con tutta la mia documentazione, oggi mi arriva una raccomandata inps dove mi chiedono dei soldi della pensione percepita in ottobre, mi reco all’inps e mi dicono che la mia invalidita’ ora e’ al 73% e che mi arrivera’ a casa il verbale, credevo di sognare, ora mi tocca far ricorso, vi chiedo come mi devo comportare?

  104. adminon 24 nov 2010 at 16:10

    buongiorno Orazio,
    mi dispiace per la situazione. Non so se un ricorso per aggravamento possa sortire qualche effetto, dal momento che ha appena passato una visita.
    Lei è per caso socio di qualche associazione tipo Uildm? Avendo esperienza in materia, potrebbe chiedere la loro assistenza sulla linea da tenere.
    cordiali saluti
    annalisa

  105. ginoon 26 nov 2010 at 17:25

    ho la cirrosi epatica posso richiedere la pensione di invalidita’. grazie

  106. ritaon 28 nov 2010 at 09:15

    buongiorno sono una madre di una ragazza che e sempre stata invalida all 100% , ogni tre anni ha fatto la rivisione medica , questìanno ad aprile 2010 mi e stata relavata l’accompagnamento e messa l’indinnita’ di frequenza , ma nn e stata ancora liquidata , ecco mi chiedo ci passa ancora molto a liquidare la ragazza , anche perche’ sono andata a una filiaria impis e mi e stato dettto che ci sono solamente aggiornamenti , aspetto vostra risposta grazie

  107. adminon 30 nov 2010 at 14:56

    buongiorno Rita,
    purtroppo non so darLe alcuna risposta in merito ai tempi tecnici di liquidazione, il nostro è un servizo di segretariato sociale.
    cordiali saluti
    annalisa

  108. adminon 30 nov 2010 at 14:59

    buongiorno Gino,
    dubito che con la cirrosi Le venga attribuito un punteggio elevato tale da garantirle l’erogazione dell’assegno di accompagnamento.
    cordiali saluti
    annalisa

  109. valteron 30 nov 2010 at 17:27

    buonasera ,io ero invalido civile al 100% nel 1992 ,ma non avevo le residue capacita’ lavorative .allorsa ho chiesto le capacita’ lavorative al asl per iscrivermi al collocamento obligatorio .ma dopo la visita adesso ho il 75%con residue capacita’ lavorative .solo che c’e una differenza prima non dovevo superare il reddito di 15.000 euro adesso i 5.000 .mi date un consiglio se posso richiedere il mio ex 100% e continuare a essere iscritto alle categorie protette .ringrazio e aspetto

  110. adminon 07 dic 2010 at 11:44

    buongiorno Valter,
    Le conviene farsi seguire direttamente da un patronato, per la valutazione sul da farsi, tenuto conto di reddito, proprietà ecc.
    http://www.patronatosias.it/sedi/sedi.asp
    cordiali saluti
    annalisa

  111. Ritaon 10 dic 2010 at 18:29

    Salv Annalisa, Sono una donna, di 42 anni, sono invalida civile al 100% con accompagno dall’87… con patologia di epilessia riconosciuta come handicap grave! Fin da allora, mi sono rassegnata a non poter fare concorsi e ad andare a lavoro… ora, col tempo, sono peggiorata, in più sono diventata obesa e ho iniziato a soffrire con il cuore… il 2/11 scorso, ho passato la visita di accertamento dell’invalidità… fin qui, tutto ok… ora, mi è arrivata una lettera, dove dice che non mi danno più nulla perchè la mia invalidità è al 46% …. Cosa posso fare, adesso? e per la legge 104 ne posso ancora usufruire, o no?!
    Grazie, per il tuo aiuto fin da ora!

  112. CARLO BRUNDOon 11 dic 2010 at 14:50

    BUONGIORNO MI E’ STATA DIAGNOSTICATA DAI VARI MEDICI DI DIVERSE STRUTTURE SANITARIE DALL’APRILE 2009A LUGLIO 2010- CIRROSI EPATICA SCOMPRNSATA – VARICI ESOFAGEE – GRAVE ANEMIA SIDEROPENICA – DIVERTICOLOSI – DIABETE MELLITO TIPO 2 HO COMPIUTO I 65 ANNI NEL NOVEMBRE 2010DA TALE DIAGNOSI HO RICHIESTO L’INVALIDITA’ CIVILE SONO STATO CHIAMATO A VISITA NEL SETTEMBRE 2010 PREMETTO CHE NON POSSO PIù LAVORARE A CAUSA DI TALE PATOLOGIA PUR AVNDO COMPIUTO 65 ANNI PERCEPIRò LA PENSIONE SOCIALE CON TALE PATOLOGIA POTRO’ USUFRUIRE DI TALE PENSIONE INVALIDIA’INOLTRE HO AVUTO UN ULTERIORE SPECIFICAZIONE PATOLOGICA EPISODI DI SCOMPENSO DELLA CIRROSI CON IPERAMMONEMIA CRISI DI STATO CNFUSIONLE PER ENCEFALOPETIA PORTO SISTEMATICA NUMEROSI RECENTI OSPEDALIZZAZIONI PER GRAVE ANEMIA CON NECESSITA’ DI EMOTRASFUSIONI- POTRO’ AVERE EVENTUALEE PENSIONE CORDIALI SALUTI

  113. Fiorenzo manieroon 13 dic 2010 at 17:48

    Nel 2000 per un linfoma di hodgkin sono stato certificato invalido al 100 % con indennità diaccompagnamento e anche un certificato con handicap grave ex legge 104 art. comma 3.
    Ora dopo una verifica dell’inps ,dicembre 2010 mi è stata rimossa l’accompagnatoria e ridotta la percentuale di invalidità. Rimane ancora valido il certificato del 2000 che mi riconosceva lo stato di handicap ex art.104 art.3 comma 3?
    grazie
    Fiorenzo Maniero

  114. adminon 15 dic 2010 at 09:49

    buongiorno Fiorenzo,
    la percentuale di invalidità che “fa testo” è quella definita dall’ultima verifica Inps.
    cordiali saluti
    annalisa

  115. adminon 15 dic 2010 at 10:01

    buongiorno Carlo,
    il nostro è un servizio di segretariato sociale.
    Per informazioni di tipo medico, deve chiedere al suo medico curante, secondo quella che è la Sua esperienza.
    cordiali saluti
    annalisa

  116. adminon 15 dic 2010 at 10:24

    buongiorno Rita,
    provi sentire il Suo medico curante riguardo alla Sua esperienza e poi provi a fare ricorso.
    cordiali saluti
    annalisa

  117. Susannaon 15 dic 2010 at 10:38

    Buongiorno, ho 36 anni. Dal 2003 sono stata riconosciuta invalida al 100% per via di una neoplasia alla tiroide (carcinoma papillifero, 2 cm di diametro, diffusamente infiltrante che a tratti mostra segni di sdifferenziazione) sono stata sottoposta nei primi anni a due terapie radiometaboliche. Successivamente ho eseguito quasi ogni anno la scintigrafia total body. L’anno scorso credevo di avere finito con i controlli, ma il mio endocrinologo ha ritenuto opportuno farmi fare anche quest’anno una scintigrafia total body (con tutti i disagi che comporta tra cui aspettare per l’ennesima volta di farmi un bimbo) che fortunatamente ha dato nuovamente esito negativo. A dicembre dovrò fare però un ulteriore esame la Tac multistrato…ma anche un ecografia e la MoC perché il tipo di tumore che ho avuto con il fatto che era sdifferenziato va tenuto sotto controllo. Il 25 novembre faccio la visita di accertamento d’invalidità e il responso è che per loro non sono invalida, vorrei capire di più. Le mie condizioni non sono cambiate. E’ vero che il follow up di un tumore è di 5 anni, ma allora perché sto facendo ancora controlli? Mi domandavo se era il caso di fare ricorso. A me fa piacere che i controlli stiano dando esiti positivi e riconosco il fatto che la mia patologia non sia così invalidante come tante altre. Mia madre è emiplegica e mi guaderei bene dal fare la vittima o farmi venire la depressione perché non ho più la tiroide. Ma vorrei capire quali sono i criteri per decidere le percentuali di invalidità…Com’è possibile passare da 100% a non invalido? Avrei compreso meglio un abbassamento della percentuale di invalidità, ma dirmi che non sono invalida significa dirmi che sono guarita e ciò contraddice ciò che è stato detto dall’endocrinologo.
    Vi ringrazio in anticipo per l’attenzione. Cordiali saluti
    Susanna

  118. danielaon 16 dic 2010 at 08:02

    Buongiorno, vorrei avere un informazione. Ho 25 anni ed ero iscritta nelle liste di collocamento delle cat.protette essendomi stata riconosciuta un’invalidità civile dell’80%. Ora il mio contratto di lavoro è terminato e ho dovuto rifare l’iscrizione, soltanto che essendo in attesa della revisione dell’invalidità civile, all’ufficio di collocamento mi hanno detto, dopo varie telefonate circa la prassi da seguire, che dovevo iscrivermi nel collocamento ‘normale’ fino alla ricezione del verbale. Mi hanno anche detto che fino a poco fa bastava presentare al collocamento la lettera rilascita dall’asl che indicava che avrei dovuto sostenere la visita il giorno…. Mi confermate che la procedura è cambiata e che quindi in attesa di verbale di revisione non posso iscrivermi al collocamento protetto? Vi ringrazio. Cordiali saluti.

  119. PATTYon 19 dic 2010 at 17:45

    BUONASERA , VORREI SAPERE SE L’INPS TRAMITE VISITA DIRETTA TOGLIE L’ACCOMPAGNAMENTO OSA BISOGNA FARE

  120. cinziaon 20 dic 2010 at 09:31

    salve ho bisogno di una risposta e gentilmente vi disturbo. Ho 41 anni e ho subito svariati interventi.IL piu significativo e un rettocele con inserimento di mesh . dopo intervento mi hanno certificato di nn fare piu sforzi il massimo era di nn tirar su pesi che superino i 10 chili.con il tempo mi e peggiorato il prolasso della vescica e il prolasso del retto(sfintere)(nn sto a spiegare la causa di questi problemi perche e alquanto drammatica e nn e la sede)comunque ho fatto le carte per un invalidita che mi permettesse di entrare nelle liste del collocamento per poter avere la possibilita di fare un lavoro in cui io nn dovessi rovinare l’intervento che ho fatto.Mi e stato risposto che io ho messo a posto il mio problema …cosa che in realta nn e cosi dato che io ci ho messo solo una pezza ,in tutti i sensi, per poter andare avanti e comunque nn devo fare sforzi perche se dovessi rompere la mesh nn potrei mai piu rifare l’intervento e questo nn lo dico io ma il primario che mi ha operato. Insomma per farla breve faccio la domanda poi ne faccio un’altra di aggravamento ma il totale e di 36 punti e nn ho diritto a niente . Ho chiesto cosa mi resta da fare e la persona con cui ho parlato che fa parte dell’asl mi risponde…..lei si faccia assumere dal datore di lavoro e poi porta un certificato in cui dice che nn puo fare sforzi. Ora io mi domando ma con i tempi che corrono in cui nessuno ti assume piu a tempo indeterminato quale datore di lavoro ti rinnova piu il contratto se tu dopo essere stato assunto porti un certificato del genere. I miei problemi sono peggiorati ma vorrei poter fare questi altri due interventi piu in la con l’eta. Cosa posso fare ???scusate se mi sono dilungata grazie cinzia Buon Natale

  121. Fabioon 21 dic 2010 at 10:45

    Buongiorno,

    nel 1999 sono stato sottoposto a trapianto di fegato per epatite fulminante. Nel giro di una settimana c’è stato rigetto e sono stato subito sottoposto ad un secondo trapianto andato poi a buon fine.

    lo stesso anno mi hanno riconosciuto invalidità civile pari al 100%.

    a distanza di 10 anni sono stato nuovamente chiamato dall’ASL di competenza per l’accertamento sanitario e per verificare quindi il grado della mia invalidità.

    volevo gentilmente sapere cosa potrebbe cambiare per me con le nuove normative in materia di invalidità civile o se resterà tutto invariato

    la causa della mia epatite fulminante non è mai stata conosciuta dall’equipe medica che mi ha operato.

    graize in anticipo per vs. gentile riscontro

    cordiali saluti
    fabio

  122. adminon 21 dic 2010 at 12:03

    buongiorno Fabio,
    per la Sua situazione non dovrebbe cambiare nulla.
    cordiali saluti
    annalisa

  123. adminon 21 dic 2010 at 12:06

    buongiorno Cinzia,
    purtroppo se il punteggio raggiunto è quello, non si può far nulla, oltre a richidere aggravamenti allegando nuova documentazine medica che testimoni il problema.
    cordiali saluti
    annalisa

  124. adminon 21 dic 2010 at 12:08

    buongiorno Patty,
    l’unica cos da fare è ripresentare la domanda con documentazione medica recente che testimoni il problema. Non è però detta che la domand venga accolta.
    cordiali saluti
    annalisa

  125. adminon 21 dic 2010 at 12:28

    buongiorno Daniela,
    in effetti mi risulta che la procedura sia ancora quella.
    cordiali saluti
    annalisa

  126. adminon 21 dic 2010 at 12:31

    buongiorno Susanna,
    il nostro è un servizio di segretariato sociale, non abbiamo competentenza i materia sanitaria.
    cordiali saluti
    annalisa

  127. antonioon 03 gen 2011 at 14:09

    salve mio nonno a perso la domanda che aveva fatto dell’invalidità civile come possiamo fare??

  128. adminon 03 gen 2011 at 17:02

    buongiorno Antonio,
    dovrebbe richiedere copia della domanda inoltrata presso il patronato.
    in ogni caso essendoci già l convocazione a visita non dovrebbero esserci problemi
    cordiali saluti
    annalisa

  129. elisaon 03 gen 2011 at 20:33

    Buon giorno mi chiamo elisa ho 42 anni, volevo farle una domanda e se può cortesemente rispondermi.Recentemente ho affrontato un intervento di protesi d’anca per coxsoartrosi, mi chiedevo se ho possibilità di entare,nelle liste speciali,la ringrazio e le faccio tanti auguri di buon anno

  130. adminon 04 gen 2011 at 09:55

    buongiorno Elisa,
    dipende dalla percentuale di invalidità che le verrà riconosciuta. Il nostro è un servizio di segretariato sociale, pertanto non abbiamo competenza in materia prettamente medica.
    cordiali saluti
    annalisa

  131. ANTONELLAon 11 gen 2011 at 15:06

    Buon giorno sono Antonella ho 41 anni mi e’ stata diagnosticata una osteopenia diffusa.Ho un oesteoangioma L3 vertebrale.Evidente iperlordosi lombare con sacco orizzontele. Spondilosi diffusa con iniziale osteofitosi diffusa.Discopatia iniziale in L5 S1.
    RX anca sin.
    Lieve ovalizzazione delle teste femorali.
    Slerosi dei tetti acetabolari e appuntimento dei cigli cotiloidei.Calcificazione dei tessuti molli in sede paratrocanterica dx.Sclerosi della sinfisi pubica con irregolarita’ del margine articolare sn.
    Ho spito 2 colpi di frusta cervicale 1 distorsione cervicale con esito:
    protusione discale c4 c5 c6 c7 con vetigini.
    Lavoro come addetta le pulizie ma da 1 mese sono in malattia, posso fare domanda d’invalidita’ civile per poter almeno essere iscritta alle categorie protette? grazie.

  132. CIROon 11 gen 2011 at 16:22

    Salve! ho una invalidità del 78%, ora purtroppo sono stato operato per un carcinoma vescicale per il quale stò facendo delle chemio tramite instillazione: il mio smarrimento consista nel sapere se qualche legge mi tuteli con qualche indennizzo. ho saputo di persone che percepiscono poco più di 250 euro mensili ,e per cinque anni (quanto dura l’iter completo per una diagnosi definitiva). Sono oltretutto disoccupato.
    cordiali saluti

  133. adminon 12 gen 2011 at 16:21

    buongiorno Ciro,
    può richiedere un aggravamento dell’invalidità a causa della sopraggiunta operazione.
    Provi a sentire presso un patronato circa l’esistenza di qualche indennizzo: http://www.patronatosias.it/sedi/sedi.asp
    cordiali saluti
    annalisa

  134. adminon 12 gen 2011 at 16:22

    buongiorno Antonella,
    certo che può fare richiesta di invalidità civile. Si rivolga presso il Suo medico curante per l’inoltro della prima parte della domanda e poi presso un patronato per l’inoltro e per la convocazione a visita: http://www.patronatosias.it/sedi/sedi.asp
    cordiali saluti
    annalisa

  135. francescaon 15 gen 2011 at 20:04

    Salve le vorrei chiedere un informazione, sono una cardiopatica congenita di 27 anni con due interventi alle spalle, la mia cardiopatia è una Tetralogia di fallot (classe NY ha III) operata due volte la prima nel 1985 da Marcelletti e la seconda il 1 marzo del 2010 per un insuf tricuspidale moderata e un insuf polmonare severa (dovrò affrontare altri interventi in futuro perchè le valvole sostituite sono di origine biologica).
    il 13-04-2010 ho fatto la visita per l aggravamento e mi è stato riconosciuto un 100% con totale riduzione della capacità lavorativa (unanime)
    rivedibile tra due anni,mi chiedo se essendo una cardiopatia congenita possono ridurmi l invalidità nella prox visita di controllo.
    Ad oggi la situazione non è migliorata di molto e persiste la mia incapacità lavorativa a causa dei sintomi.
    grazie spero che lei mi possa essere d aiuto.

  136. Sergioon 17 gen 2011 at 19:33

    Sono alto cm184 e peso 160kg, avrei diritto di una invalidità? Ho già provato varie diete e non riesco a calare e in base alla mia mole mi affatico tanto sul lavoro, a volte proprio non riesco.

  137. adminon 18 gen 2011 at 18:15

    buongiorno Sergio,
    per l’invalidità provi a presentare domanda, una percentuale sicuramente Le verrà attribuita.
    Per il resto, il Suo medico curante è titolato a fornirLe i migliori consigli.
    cordiali saluti
    annalisa

  138. adminon 19 gen 2011 at 08:16

    buongiorno Francesca,
    dubito che possano diminuirLe la percentuale di invalidità, vista la situazione.
    cordiali saluti
    annalisa

  139. emanueleon 24 gen 2011 at 11:37

    mia moglie è stata sottoposta dal tribunale all’accertamento da parte del CTU che le ha riconosciuta una invalidità pari al 85%. dopo quando tempo il tribunale deve emettere la sentenza?

  140. Marcoon 25 gen 2011 at 19:15

    Nel 2006 per un linfoma non hodgkin follicolare sono stato certificato invalido al 100 % per la durata di tre anni. Il 4° anno l’80% e a novembre 2010 mi hanno tolto tutto perche’ sono in remissione. Ieri ho fatto la visita all’ Inps perche’ percepisco la pensione IO e il medico mi ha consigliato di rifare la domanda…….anche perche’ ho avuto due carcinomi basocellulari.
    Grazie

  141. Giovannion 27 gen 2011 at 19:37

    Salve,
    da bambino ho subito un’amputazione del secondo dito mano destra, ora a 42 anni ho fatto la domanda per l’invalidità civile, oltre a questo problema evidente, eseguendo le radiografie per dei dolori alle ginocchie ed alla schiena mi è stato riscontrato una gonoartrosi bilaterale con sublussazione delle rotule e una lomboartrosi con rettilineizzazione della lordosi fisiologica, vorrei sapere se con queste patologie potrei riuscire ad ottenere il 46% per l’iscrizione alle liste speciali.
    Grazie
    Giovanni

  142. adminon 28 gen 2011 at 09:32

    buongiorno Giovanni,
    il nostro non è un servizio medico specialistico, provi a chiedere al Suo medico curante, secondo la Sua esperienza, se tali patologie possono generare tale punteggio.
    cordiali saluti
    annalisa

  143. adminon 28 gen 2011 at 10:29

    buongiorno Marco,
    provi ad inoltrare nuovamente la domanda, ma con una revisione così ravvicinata con tal esito, dubito che cambierà qualcosa sul punteggio.
    cordiali saluti
    annalisa

  144. adminon 28 gen 2011 at 10:37

    buongiorno Emanuele,
    il nostro è un serivzio di segretariato sociale, provi a rivolgeresi presso un patronato: http://www.patronatosias.it/sedi/sedi.asp
    cordiali saluti
    annalisa

  145. matteoon 30 gen 2011 at 15:48

    nel dicembre 2009 ho atto richiesta alla commissione ciechi civili di agrigento, nel marzo 2010 sono stato sottoposto a visita dalla commissione avendo, un residuo permetrico inferiore al 3% sono stato riconosciuto cieco assoluto , ma ancora non ho ricevuto nessuna notizia, vistoche siamo a gennaio 2011 quanto devo aspettare ancora per l’indennita’ di accompagnamento.

  146. adminon 31 gen 2011 at 16:50

    buongiorno Matteo,
    provi a sentire la commissione presso la quale ha sostenuto la visita per sapere quali siano i tempi usuali di risposta.
    cordiali saluti
    annalisa

  147. pietroon 03 feb 2011 at 15:43

    Salve,nel 2004 ho fatto domanda di invalidita civile e dopo ricorso all’inps mi e stata riconosciuta la pensione nel 2007.Nel prendere gli arretrati mi accorgo che il calcolo e stato fatto con domanda dal 2006 per uno sbaglio di lettura da parte del giudice.Fatto subito ricorso a oggi 15/02/2011 il mio avvocato mi dice che per prendere i due anni mancanti l’inps puo far passare anche cinque anni dal ricorso.E’ veritiero cio,grazie.

  148. adminon 04 feb 2011 at 17:09

    bungiorno Pietro,
    in effetti i tempi burocratici sono quelli.
    cordiali saluti
    annalisa

  149. Mirtoon 06 feb 2011 at 12:32

    Buon giorno, mi è stata riconosiuta un invalidità dell’ 8% (ernie discali) e riconosciuta come malattia professionale. Ora purtroppo mi sà che devo tornare ad operarmi. Vorrei chiederele se dopo l’operazione mi verrà riconosciuta un ulteriore percentuale di invalidità . Vorrei pure chiederle gentilmente a che quota bisogna arrivare di invalidità per ottenere una pensione di invalidità. Grazie e buona giornata

  150. Grazinoon 09 feb 2011 at 13:58

    Buon giorno
    sig.ra ANNALISA,

    Sono a chiederle informazioni su mia mamma di anni 81 operata a tutte due le anche la prima 15 anni fa , la seconda 2 anni fa (la piu traumatica x i dolri che aveva all’anca , nell’impossibilita’ di operarsi x poroblemi di cuore poi risolti(cuore ingrossato) , avendo problemi cardiocircolatori e di pressione arteriosa , prende l’aspirinetta , posso richiedere domanda di invalidita’ x assistenza giornaliera da me fornita in quanto sono in mobilita’? , se si con quali esiti ?

    la ringrazio in anticipo

  151. massimoon 09 feb 2011 at 15:32

    buongiorno mi chiamo massimo ho 40 anni sono affetto da epatite hbv e hbc cronica dal 1974 con 2 volte tratato con interverone sensa esito adesso sto facendo pegasys 180 per 1 anno volevo sapere se ho diritto a un assegno di invalidita ho a un lavoro protetto ho fatto domanda per invalidita non mi e stata accetata ho fatto ricorso ho consegnato tutte le carte anche quella che sto vacendo la terapia ma ho diritto almeno a un lavoro mirato per la mia mallatia visto che ho perso il lavoro per la mia malattia io sto veramente male con questa cura grazie aspetto una vostra risposta mi aiuti per favore

  152. adminon 11 feb 2011 at 16:53

    buongiorno Massimo,
    per essere inserito nella normativa sul collocamento mirato deve avere almeno il 46% di invalidità, certificata sul verbale di invalidità civile.
    cordiali saluti
    annalisa

  153. adminon 11 feb 2011 at 17:07

    buongiorno Grazino,
    certo che può fare richiesta di invalidità civile secondo le modalità in vigore, per poi poter accedere ai benefici dei permessi.
    cordiali saluti
    annalisa

  154. adminon 11 feb 2011 at 17:24

    buongiorno Mirto,
    penso che dopo l’operazione, chidendo l’aggravamento, Le verrà aumentata la percentuale di invalidità, ma non potrà raggiungera la percentuale necesaria.
    cordiali saluti
    annalisa

  155. linaon 12 feb 2011 at 02:18

    io sn stata operata di neoplasia ovarica in tre mesi sono stata operata due volte e volevo sapere una informazione : dato che cio’ una patologia e per adesso sono in malattia non posso andare ancora a lavoro mi chiedevo se qualche giorno invece di stare segregati dentro potevo uscire di casa tanto per non entrare in depressione cosa devo fare dato che viene il medico fiscale? spero che mi darete informazioni esatte.

  156. Rositaon 14 feb 2011 at 09:32

    BUON GIORNO, vorrei porle una domanda se nn le do troppo disturbo, vorrei sapere dopo quanti anni posso rifare la domanda per avere una nuova sedia a rotelle xchè quella a ttuale si è usurata……
    distinti saluti e la ringrazio per la cortese attenzione……..
    Rosita………….

  157. natyon 14 feb 2011 at 10:21

    sono magazziniere da 21 anni sofrro di cirrosi epatica e ernia disco sono rimasto bloccato al lavoro sono andato a casa rimasto 10 giorni a letto perche con la cirrosi non mi potevo permettere di prendere farmaci cosa devo fare ho 26 anni di marchi e il 70 percento di invalidita grazie

  158. adminon 15 feb 2011 at 10:28

    buongiorno Naty,
    provi a fare richiesta per l’aggravamento presso un patronato: http://www.patronatosias.it/sedi/sedi.asp
    cordiali saluti
    annalisa

  159. adminon 15 feb 2011 at 10:29

    buongiorno Rosita,
    dovrebbe rivolgerSi all’ufficio Ausili e Protesica della Sua Asl di residenza.
    cordiali saluti
    annalisa

  160. adminon 15 feb 2011 at 10:38

    buongiorno Lina,
    per le visite fiscali ci sono degli orari stabiliti, Si informi su quali sono. Al di fuori di tali orari può anche assentarsi da casa.
    cordiali saluti
    annalisa

  161. antonioon 16 feb 2011 at 21:20

    Ciao Annalisa, nel settembre del 2009 l’ASP mi aveva attribuito la Legge 104/92 con art. 3 comma 3. Dopo un paio di mesi la Commissione INPS mi attribuisce l’art. 3 comma 1 ridimensionando la prima visita. Ebbene, ho fatto ricorso, attraverso un Patronato, all’INPS e il 23 Marzo ci dovrebbe essere il processo al tribunale. Da premettere che lo scrivente soffre di epilessia con crisi mensili, ha uno stato ansioso e depressivo in epilettico e con DOC (associate queste malattie ad altre di diversa natura). Come si svolgerà la causa e, soprattutto, se a marzo mi scade la rivedibilità all’ASP dovrò andare a visita? O il tutto è nelle mani del giudice?
    Grazie. A presto.
    Antonio

  162. Mariaon 17 feb 2011 at 22:40

    Salve!
    Mia nonna ha il 15/2/2011 l’indennità di accompagnamento, ma gli arrestrati sono stati mal conteggiati. Ha rivecuto arretrati dal mese di maggio 2009, mentre la domanda è stata inoltrata nel 2007.
    vorrei sapere qual è la procedura per un eventuale ricorso e a chi va presentato.
    Grazie anticipatamente,
    Maria

  163. alessandroon 18 feb 2011 at 13:42

    Scusate ho un fratello con handicap DEL 100% accompagnamento da quando aveva 18 anni essendo un problema mentale non aveva la richiesta di rivedibilità,senza mai avuto la possibilità di lavorare,adesso dopo la visita all’inps,gli hanno riscontrato una invalidità pari a80% cosa devo fare per ricorrere alla decisione grazie alessandro

  164. adminon 18 feb 2011 at 16:15

    buongiorno Alessandro,
    purtroppo, essendo da poco stato “rivisto” dall’inps, anche riformulare richiesta di aggravamento non sortirebbe un cambiamento che lo riporterebbe alla situazione precedente, in quanto la commissione sarebbe la stessa.
    Provi a chiedere al Suo patronato di fiducia come muoversi.
    cordiali saluti
    annalisa

  165. adminon 18 feb 2011 at 16:21

    buongiorno Maria,
    Le conviene rivolgersi direttamente all’Inps competente per territorio o a un patronato: http://www.patronatosias.it/sedi/sedi.asp
    cordiali saluti
    annalisa

  166. adminon 18 feb 2011 at 17:19

    buongiorno Antonio,
    sono tutte informazioni che è meglio richiedere presso il Patronato che La sta seguendo e che ha meglio presente la Sua situazione.
    cordiali saluti
    annalisa

  167. micheleon 18 feb 2011 at 22:39

    salve,
    Volevo chiedervi informazioni riguardo mio figlio, è affetto da atrofia muscolare spinale di tipo 3 e dopo aver fatto la visita per il riconoscimento dell’invalidità civile è riuscito ad ottenere solo il 67% di invalidità. Credete che sia giusto oppure ci conviene fare il ricorso o l’aggravamento? Grazie.

  168. adminon 22 feb 2011 at 15:18

    buongiorno Michele,
    se la visita è stata effettuata da poco, dubito che, anche con la richiesta di aggravamento, possa cambiare qualcosa.
    Provi a chiedere allo specialista presso cui è in cura se ritiene che la percentuale attribuita sia consona alle condizioni di salute e se possa meritare l’inoltro di un aggravamento.
    cordiali saluti
    annalisa

  169. sebyon 06 mar 2011 at 04:11

    la mia domanda e la seguente :
    io nel 2009 ho fato domanda di aggravamento della mia invalidità
    mi ahnno dato un 60% mi manca un bulbo oculare sx cioè l’occho , ho una protesi poi sfreggio permanente in viso e cicatrici in tutto il corpo 15 giorni di coma la c3 come vertebra lineata ed altro, comunque ho fatto questo aggravamento nel 2008 aprile piu o meno poi nel 2009 periodo estivo cioè quasi un ano dopo ho fatto la visita e non ho avuto piu notizie dopo vari solleciti da me fatti so che devo fare una visita di verifica che viene fatta nel 2010 ottobre ed ora siamo nel 2011 marzo e no so nemeno il punteggio e tuto via di seguito anche perche mi hano bloccato la mia scheda funzionale per questo motivo.
    cosa dovrei fare cosa posso roichiedere a cosa dovrei andare incontro
    grazie

  170. martinaon 07 mar 2011 at 18:59

    Buonasera, a mia nonna è stata riconosciuta un’invalidità del 100% senza accompagnamento, ho chiesto ad un amico avvocato di agire legalmente, ma non occupandosi della materia ho qualche dubbio. Per esempio mi ha detto che deve agire solo contro l’inps, ma io leggendo qua e là credo di aver capito che anche il Ministero dell’economia dovrebbe essere coinvolto..Sapreste aiutarmi?anche per decidere se affidarmi a qualcun altro

  171. adminon 11 mar 2011 at 08:29

    buongiorno Martina,
    provi a rivolgerSi presso un patronato, è materia loro: http://www.patronatosias.it/sedi/sedi.asp
    cordiali saluti
    annalisa

  172. adminon 11 mar 2011 at 08:37

    buongiorno Seby,
    provi a rivolgerSi presso un patrnoato affinchè possa prendere in carico la Sua pratica e sollecitare: http://www.patronatosias.it/sedi/sedi.asp.
    cordiali saluti
    annalisa

  173. antonioon 11 mar 2011 at 09:41

    mi chiamo antonio, ho subito due infortuni sul lavoro e mi hanno riconosciuto una invalidità permanente con rendita vitalizia del 23%(INAIL).
    Volevo sapere se posso fare la domanda di invalidità civile, oppure solo per la legge 104?
    grazie

  174. antonioon 11 mar 2011 at 09:45

    Dopo quanto tempo è possibile fare domanda di aggravamento?.
    grazie

  175. Aldoon 16 mar 2011 at 00:29

    Salve,
    volevo un’informazione, io sono invalido civile 85% e ho la 104/92 art.21(SCHIZOFRENIA PARANOIDE, DEPRESSIONE ANSIOSA, FOBIA SOCIALE), il mio verbale d’invalidità scadeva il 31/03/2011, ho sostenuto la visita di verifica un mesetto fa, dopo neanche 10 giorni mi hanno inviato una lettera in cui c’era scritto che dovevano chiedere al Centro di Salute Mentale di Bari, per una verifica e una perizia psichiatrica (forse perché ho presentato un documento del Centro Mentale di Roma). Attualmente, (quindi dopo una ventina di giorni dalla lettera), mi sono trasferito definitivamente in un’altra regione e quindi un’altra asl. Sono originario di Bari, ma adesso ho residenza e asl a roma, volevo sapere come verrà eseguito l’iter della mia domanda, se dovranno spedirla a roma o rimarrà nella mia ex asl, inoltre se mi chiamano a delle visite di verifica per accertare il verbale (tipo da parte dell’INPS o dell’ASL), dove sarò chiamato a bari o a roma? in poche parole adesso il mio verbale è a bari, credo, devo essere io a contattare la asl e dire del cambio di residenza/asl, o fanno loro in automatico? inoltre le decisioni del verbale vengono eseguite a bari? Poi volevo sapere, ho fatto la domanda di residenza, ma mi hanno riferito, che tra circa 40 giorni sarà definitiva (per questo sono ancora iscritto a Bari, anche se mi hanno riferito che posso fare autocertificazioni con il mio nuovo indirizzo oltre a darmi un documento in cui si evidenzia il cambio di residenza) quindi possono ancora quelli di Bari chiedermi di fare una visita giù? Altrimenti come posso fare per fare tutto a Roma? Spiego, ho difficoltà a viaggiare e ho paura che per il trasferimento la mia domanda impiegherà più tempo ed io entro in un meccanismo di burocrazie, di visite e di incomprensioni sulle competenze!

    Grazie.

  176. adminon 18 mar 2011 at 11:07

    buongiorno Aldo,
    il nostro è un servizio di segretariato sociale: per domande così specifiche su tempistiche e modalità di convocazione tra regioni diverse, esula dalle nostre competenze. Le conviene informarsi direttamente presso l’Inps.
    cordiali saluti
    annalisa

  177. adminon 18 mar 2011 at 11:20

    buongiorno Antonio,
    Le faccia entrambe: http://www.patronatosias.it/sedi/sedi.asp
    cordiali saluti
    annalisa

  178. paoloon 18 mar 2011 at 14:15

    ciao, mi chiamo paolo ho 23 anni e sn affetto da epatite c cronica, volevo sapere se era possibile fare domanda di invalidità civile, e nel caso in cui lo possa fare in quali benefici rientrerei,grazie

  179. adminon 18 mar 2011 at 15:04

    buongiorno Paolo,
    non so a livello di punteggio a cosa possa corrispondere la Sua patologia, siamo un servizio di segretariato sociale, non abbiamo competenze di tipo medico.
    provi a chiedere al Suo medico curante, dovrebbe avere esperienza in merito.
    cordiali saluti
    annalisa

  180. Elenaon 23 mar 2011 at 18:36

    Buonasera,
    Avrei bisogno di un’informazione: a mio padre e’ stata riconosciuta una invalidita’ 100% con impossib. Di deambulare senza aiuto, più art 3 comma 1 e 3 della 104. Non sono ancora in possesso del verbale definitivo… La domanda e’: la visita’ l’ha fatta a Bologna ma attualmente si trova in Calabria, sua regione di residenza, a quale INPS mi devo rivolgere per ottenere l’erogazione dell’accompagnamento?
    Grazie mille,
    Elena

  181. adminon 24 mar 2011 at 08:09

    buonasera Elena,
    dovrebbe chiedere direttamente ad uno degli uffici Inps per quale sia la sede di competenza.
    cordiali saluti
    annalisa

  182. cristianon 24 mar 2011 at 15:03

    Buongiorno sono cristian da roma, lavoro presso una scuola pubblica, ho un grado di invalidità del 75% che mi è stato riconosciuto nel 2007 con sentenza del tribunale a seguito di un ricorso presentato nel 1993 sul verbale della asl. Il mio quesito è questo: nel richiedere il diritto all’art. 21 della l. 104/92 per definire la posizione nella graduatoria interna d’istituto il mio ufficio mi ha comunicato che la sentenza del tribunale non ha validità ma secondo loro ci vuole il verbale della asl, io penso che la sentenza è superiore al verbale, mi sapete indicare a quali normative di legge mi posso appellare per fargli conoscere quale sia la validità della sentenza del tribunale?
    Grazie mille per tutto quello che fate.

  183. luanaon 24 mar 2011 at 20:03

    salve ,nel 2009 mi hanno effettuato una pneumonectomia al polmone dx x un calcinoma ,ho fatto domanda per l’invalidita civile e mi hanno dato il 46%.fatto ricorso xke con un polmone nn sono + ingrado di lavora ,anke x lo stato di salute, anke qui nn mi hanno riconosciuta invalida del 74% . ma insomma cosadevo fare , come posso far riconoscermi qst invalidita? a me purtroppo tutto questo mi ha cambiato la vita…… cordiali saluti

  184. gianlucaon 29 mar 2011 at 10:56

    buongiorno, avrei cortesemente bisogno di un consiglio, praticamente nel giorno della visita per la richiesta d’ aggravamento, invece di aumentare punti, la commissione revoca la pensione giustificandosi di aver fatto riferimento alle nuove tabelle! Ora il fatto che la persona in questione(protesi al braccio) dovrà rioperarsi in quanto avendo una protesi di vecchia generazione che gli sta creando non pochi e seri problemi! In più l’ uso del braccio è stato già seriamente compromesso. Vorrei sapere se c’è modo per fare ricorso e dove potrebbe rivolgersi! Grazie anticipatamente

  185. adminon 29 mar 2011 at 14:02

    buongiorno Gianluca,
    il nostro è un servizio di segretariato sociale, non abbiamo competenze in campo medico: provi a chidere al Suo medico curante, dovrebbe avere esperienza in materia, o, altrimenti, provi a sentire il patronato presso il quale ha inoltrato la richiesta per la visita.
    cordiali saluti
    annalisa

  186. adminon 29 mar 2011 at 14:35

    buongiorno Luana,
    purtroppo i giudizi delle commissioni sono tendenzialmente insidacabili, a meno di un ricorso in via giudiziale per il quale dovrebbe farSi seguire da un patronato: http://www.patronatosias.it/sedi/sedi.asp
    cordiali saluti
    annalisa

  187. adminon 29 mar 2011 at 14:40

    buongiorno Cristian,
    purtroppo non abbiamo conoscenza specifiche in materia di graduatorie e di documenti che possano concorrere alla loro formazione e gestione del punteggio. Provi a rivolgerSi presso il servizio legale di un patronato: http://www.patronatosias.it/sedi/sedi.asp , o presso il legale che Le seguì la causa.
    cordiali saluti
    annalisa

  188. PASQUALEon 29 mar 2011 at 18:48

    SONO UN INVALIDOCON TOTALE E PERMANENTE LAVORATIVA AL 100% sono stato richiamato a visita ad ottobre 2010 e dall’ ora che non prendo piu’ la pensione non so a chi rivolgermi vivo nella provincia di frosinone

  189. adminon 30 mar 2011 at 16:34

    buongiorno Pasquale,
    provi a rivolgerSi presso un Patronato: http://www.patronatosias.it/sedi/sedi.asp
    cordiali saluti
    annalisa

  190. massimoon 31 mar 2011 at 17:35

    Un mio amico di 49, al quale circa tre anni fa hanno riconosciuto l’invalidità civile(malattia renale). Come sapete, dopo due anni è andata in revisione. Ma, da luglio 2010 ad oggi, ancora nulla. Nè si ne’ no. Da Roma dicono che c’è molto arretrato, ma non è possibile bloccare così la vita delle persone. Qualcuno mi ha detto che in questi casi si può fare uan sorta di pratica per chiedere l’accellerazione dell’iter. Aiuto.

  191. anna luciaon 04 apr 2011 at 13:28

    Buongiorno, ho presentato domanda d’invalidita’ civile nell’agosto scorso (2010) Mi e’ arrivata la risposta dove mi ritengono invalida a causa perdita dell’udito orecchio destro e sordita’ lieve nel sinistro e quindi protesi acustica. Invalidia’ con 34 punti e persona affetta da handicap. telefonando al patronato mi sento risp pero’ che nn percepisco nessuna pensione….come e’ possibile ?

  192. gaetanoon 05 apr 2011 at 17:54

    Salve, mi è stato inviato il verbale provvisorio relativo agli accertamenti effettuati per il riconoscimento dell’indennità di accopagnamento, in attesa della validazione definitiva da parte dell’Inps. Mi è stato riconosciuto il 100% ma non l’accompagnamento. Il dubbio è questo: posso proporre ricorso contro il verbale provvisorio oppure devo attendere la comunicazione definitiva dell’inps. Sulla lettara di accompagnamento del verbale provvisorio vi è scritto:” Le ricordo che, contro tale decisione, può presentare ricorso innanzi all’autorità giudiziaria ordinaria entro il termine di sei mesi dalla data di ricevimento di questa comunicazione”. Non è chiaro.. potete essermi utili??. Vi ringrazio anticipatamente

  193. Luanaon 08 apr 2011 at 14:09

    Salve,
    ho da porre una domanda, sperando in un riscontro.
    Mio padre ha presentato domanda per ottenere il riconoscimento economico relativo a 100 punti d’invalidità:il medico legale ha confermato tale punteggio,trascrivendo inoltre nel suo referto, che la situazione è tale dal 2009.Il giudice, a cui spetta l’ultima sentenza, ha rifiutato di fornire l’aumento pensionistico esclusivamente perchè tra i documenti era presente un atto notorio piuttosto che il cud degli ultimi due anni(cud non era disponibile);il rifiuto è legato quindi alla mancanza di tale documento a dimostrazione che dal 2009 il reddito era inferiore al limite previsto (mi chiedo dunque a cosa serva l’atto notorio,mancando, non per causa nostra, il cud!).
    Sono qui a chiedere gentilmente se esiste un metodo o un ente a cui rivolegersi più celere di un eventuale ricorso (il cui epilogo è previsto non prima dei due anni),tenuto conto che il reddito è inferiore alla soglia e che si dispone ora del cud.

    Grazie in anticipo per la cortese risposta.
    Un cordiale saluto
    Luana

  194. calogeroon 09 apr 2011 at 18:03

    buona sera nel 2006 mi e stato riscontrato un carcinoma t4 alla emilarince destra o fatto domanda di invalidita mi e stata accettata l’invalidita 100% rivedibile 2011 o passato la visita di revidibilita ma non o ancora avuto risposta . qanto tempo passa per sapere l’esito?

  195. Deboraon 10 apr 2011 at 14:01

    Salve,
    ho fatto domanda per invalidità civile a luglio dell’anno scorso, mi hanno dato la visita a ottobre e l’inps mi ha chiamato a dicembre per un accertamento.
    Ora sono passati 9 mesi dalla presentazione della domanda e ancora non ho ricevuto il verbale. Cosa posso fare per sapere a che punto è la mia pratica?
    So che la commissione dell’asl mi ha dato un’invalidità del 75%, perciò mi spetta l’assegno, ed essendo passati i nove mesi dalla domanda, vale la regola del silenzio-assenzo da parte dell’inps?
    Quando avrò il piacere di ricevere i soldi che mi spettano?
    Grazie.
    Debora

  196. adminon 11 apr 2011 at 17:40

    buongiorno Massimo,
    purtroppo i ritardi ci sono e sono anche “lunghi”. non mi risulta ci siano pratiche per “sveltire”. Provi a sentire il Patronato che vi ha assistiti in prima istanza se al limite Vi consiglia una diffida.
    cordiali saluti
    annalisa

  197. adminon 11 apr 2011 at 17:54

    buongiorno Debora,
    dovrebbe rivolgersi al Patronato presso il quale ha inoltrato la richiesta. Non mi risulta valga la regola del silenzio assenso. Si stanno solo registrando forti ritardi nella lavorazione e nell’invio delle pratiche.
    cordiali saluti
    annalisa

  198. adminon 11 apr 2011 at 17:55

    buongiorno Calogero,
    i tempi sono sempre piuttosto lunghi.. ci sono revisioni dello scorso anno ancora in attesa di verdetto, purtroppo.
    cordiali saluti
    annalisa

  199. adminon 11 apr 2011 at 17:57

    buongiorno Luana,
    il nostro è un servizio di segretariato sociale, non abbiamo esperienza in materia legale.
    Provi a rivolgersi presso un patronato: http://www.patronatosias.it/sedi/sedi.asp
    cordiali saluti
    annalisa

  200. adminon 11 apr 2011 at 18:29

    buongiorno Gaetano,
    Le consiglio di continuare a farSi seguire dal Patronato presso il quale ha inoltrato la pratica, in quanto ha più chiara la Sua situazione
    cordiali saluti
    annalisa

  201. adminon 11 apr 2011 at 18:32

    buongiorno Anna Lucia,
    non è un punteggio sufficiente per poter ottenere l’accompagnamento.
    cordiali saluti
    annalisa

  202. nadiaon 13 apr 2011 at 14:15

    Salve!
    Volevo un informazione! mio padre nel 2009 gli è stato trapiantato il cuore (grazie al cielo), negli anni precedenti al trapianto e fino allo scorso anno ha percepito la pensione di invalidità civile insieme a quella di inabilità.
    L’ultima revisione fatta dal medico legale gli è stat riconosciuta un invalidità all’80% e per tanto non percepirà più nessuna pensione di invalidità.. Volevo chiedere se si può fare ricorso o qualcos altro visto che noi siamo 5 figli e un solo reddito cioè la pensione di inabilità di mio padre!
    Grazie mille in anticipo!

  203. adminon 15 apr 2011 at 16:56

    buongiorno Nadia,
    purtroppo non si può fare nulla.
    cordiali saluti
    annalisa

  204. marinaon 20 apr 2011 at 11:30

    buongiorno , mia madre di anni 72 riconosciuta invalida al 100% ha fatto domanda di aggravamento , ha fatto la visita e ieri è arrivato il responso gli è stato riconosciuto una invalidità al 70%.
    come è possibile? perderà il diritto a quella misera pensione?
    faremo ricorso
    grazie mille

  205. Cristinaon 20 apr 2011 at 14:06

    Buonasera. Ho ricevuto oggi l verbale da parte della ASL. Mi hanno riconosciuto un’invalidità al46%.
    Avevo fatto la domando per ottenere l’esenzione del tiket perchè da quando ho subito un inervento di diversione biliopancreatica spendo un capitale fra analisi di controllo e varie!!! Posso fare ricorso? E come devo fare? Grazie

  206. Matteoon 20 apr 2011 at 15:01

    Buongiorno, ho 38 anni e scrivo dalla provincia di Como, sono a disturbarvi per un quesito in merito all’invalidità civile.
    A fine 2010 mi è stata diagnosticata una artropatia psoriasica nella variante polientesopatica, oligoarticolare periferica e scheletro assile, oltre ad una completa perdita della fisiologica lordosi cervicale con modificazioni degenerative osteocondrosiche e spondiluncoartrosiche nel tratto compreso tra i metameri c5 e c7 ove si rilevano multiple protrusioni posteriori discoosteofitarie con riduzione dell’ampiezza dell’imbocco del relativo forame neurale, inoltre un esame gastroscopico ha evidenziato gastropatia e bulbite.
    Ho inoltrato su consiglio del mio medico domanda di invalidità civile, per la quale sono stato chiamato a visita colleggiale il 21 di gennaio 2011.
    Ad oggi non ho ancora ricevuto il verbale in merito a tale visita….quanto dovrò attendere ancora?
    Nel frattempo, la artropatia psoriasica ha subito un aggravamento e da marzo di quest’anno sono state rilevate da una tac al bacino delle lesioni erosive delle sacro iliache, tant’è che, vista la scarsa efficacia dei farmaci tradizionali utilizzati in prima linea per la cura della malattia, siamo passati all’utilizzo dei farmaci anti TNF-alfa somministrati presso un presidio ospedaliero(oltre al mantenimeto dei farmaci già utilizzati, quindi cortisone, ciclosporina, gastroprotettore e fans iniettabili)
    Potrò fare richiesta di aggravamento vista la situazione evolutiva della malattia?
    Attualmente svolgo la mia attività lavorativa presso una nota catena di supermercati nel reparto freschi, con mansione di sbancalaggio, rifornimento e movimentazioni merci con continue esposizioni a varie temperature (cella frigorifera, banchi ecc), lavoro che mi provoca grande stress fisico e mentale viste le difficoltà dovute ai continui sforzi fisici, posture incongrue ed orari….ad oggi l’azienda (alla quale ho prodotto tutta la documentazione medica) fa orecchie da mercante, posso chiedere l’assegnazione ad un’altra mansione più consona al mio stato di salute una volta ottenuto il verbale di invalidità?
    Vi ringrazio sentitamente per l’attenzione.
    Cordiali saluti.

  207. Nathaliaon 21 apr 2011 at 15:53

    Buona sera sono una donna di 43 anni e soffro da tanti anni di artrosi cervicale e lombare molto dolorosi, scoliosi e da qualche mesi dopo un grave incidente di sindrome algodisttrofica al piede in seguito alle fratture e lussazioni…dopo mesi di camera iper-barica sono migliorata ma no guarita. vivo sola e sono disoccupata da mesi (9), sto facendo vari esami per richiedere almeno la categoria protetta e ottenere un lavoro adeguato alla mia condizione fisica. Potrò ottenerla? non saprei come fare per andare avanti…grazie

  208. adminon 22 apr 2011 at 09:37

    buongiorno Nathalia,
    il nostro è un servizio di segratariato sociale, non abbiamo competenze ditipo medico. Per un aprere del genere chieda la Suo medico curante.
    cordiali saluti
    annalisa

  209. adminon 22 apr 2011 at 09:44

    bungiorno Matteo,
    per il verbale dovrà attendere ancora almeno un mesetto, dopodichè, con l’assistenza di un patronato (http://www.patronatosias.it/sedi/sedi.asp), potrà decidere il da farsi e farsi consigliare relativamente alle richieste da inoltrare.
    cordiali saluti
    annalisa

  210. adminon 22 apr 2011 at 09:45

    buongiorno Cristina,
    per i ricorsi occorre rivolgersi a un patronato, http://www.patronatosias.it/sedi/sedi.asp, che Le consiglierà come procedere.
    cordiali saluti
    annalisa

  211. adminon 22 apr 2011 at 09:46

    buongiorno Marina,
    se già era invalida al 100% con accompagnamento, perchè avete richiesto l’aggravamento?
    cordiali saluti
    annalisa

  212. marinaon 03 mag 2011 at 11:44

    mi scusi , ma io ho scritto , mia madre di anni 72 invalida al 100% , ha fatto domanda di aggravamento ( proprio per farsi riconoscere l’indennità di accompagnamento )
    quindi non capisco la sua risposta
    le rifaccio la domanda
    mia madre invalida al 100% ha fatto domanda di aggravamento
    arriva il responso con il riconoscimento dell’invalidità al 70%

    perderà per sempre quella misera pensione?

    grazie

  213. adminon 05 mag 2011 at 09:57

    buongiorno Marina,
    esatto, non potrà più fruire dell’accompagnamento.
    La Commissione Medica deve aver ravvisato un miglioramento nelle condizioni di salute.
    cordiali saluti
    annalisa

  214. Nellaon 09 mag 2011 at 08:56

    Ho l’invalidita ordinaria all’80%già difinitiva,con “IO” di cui ho usufruito per due anni,con il raggiungimento dell’età pensionabile “VO” mi è stato tolto l’assegno “IO”. Dietro consiglio sempre di persone non competenti, ho fatto domanda per l’invalidità civile, non sapendo che doveva andare in automatico, e sommata con la”IO”, percepisco pensione “VO” di soli 460 euro. Ho i requisiti di legge. Potevano accettare la domanda di invalidità civile, fatta all’ASL? attendo fiduciosa una vostra risposta in merito. Cordiali saluti Nella.

  215. adminon 09 mag 2011 at 10:37

    buogniorno Nella,
    Le conviene farSi seguire da un patronato competente: http://www.patronatosias.it/sedi/sedi.asp
    cordiali saluti
    annalisa

  216. EMANUELAon 15 mag 2011 at 21:48

    GENTILISSIMI HO UN PROBLEMA DA ESPORVI,LAVORO IN UNA STRUTTURA OSPEDALIERA..
    FINO AD ORA SON RIUSCITA HA TENERE SOTTO CONTROLLO L’ERNIA A DISCO CHE MI RITROVO..
    PERO’ ORA I MEI SUPERIORI MI HANNO SPOSTATTO IN UNA SERVIZIO DOVE IL LAVORO MI METTE A DURA PROVA LA SCHIENA,PER I PESI E I NUMEREVOLI CHINAMENTI E ALZAMENTI CHE DEVO FARE..
    MALGRADO LA VISITA DALLA MEDICINA PREVENTIVA ESEGUITA,CHE NATURALMENTE,NON OSA OLTREPASSARE I SUPERIORI..
    MI HA RITENUTA IDONEA NEL FARE QUESTO LAVORO..
    PERSONALMETE NON SONO UNA CHE MI PIACE LAMENTARMI DEL LAVORO,MA PURTROPPO QUANDO IL LAVORO MI CREA DOLORI,
    ALLORA SI CHE MI FACCIO SENTIRE..
    IL PROBLEMA CHE NESSUNO MI ASCOLTA.!!!
    LE CHIEDO COME FARE PER FARMI ASCOLTARE E FARMI CAMBIARE POSTO???
    VI RINGRAZIO DI CUORE E ASPETTO CON ANSIA UN VOSTRO CONSIGLIO…
    GRAZIE EMANUELA

  217. fabioon 16 mag 2011 at 18:33

    Buongiorno sono un ragazzo di 35 anni che nel 2010 è stato sottoposto ad un intervento chirurgico(aneurisma all’ aorta ascendente con l’ impianto di una protesi) e soffro inoltre di un disturbo bipolare. Ho già sostenuto 2 visite presso l’ asl di competenza, volevo chiedervi quante visite ancora devo sostenere per avere il riconoscimento della mia invalidità? inoltre vi chiedo quale percentuale devo aspettarmi date le mie patologie? GRazie

  218. adminon 18 mag 2011 at 17:38

    buongiorno Fabio,
    non abbiamo competenze mediche per supporre una percentuale di invalidità.
    cordiali saluti
    annalisa

  219. adminon 18 mag 2011 at 17:39

    buongiorno Emanuela,
    Le consiglio di rivolgerSi presso un patronato: http://www.patronatosias.it/sedi/sedi.asp
    cordiali saluti
    annalisa

  220. emanueleon 18 mag 2011 at 20:22

    ho una nipotina di 9 anni ,che è nata cieca da un occhio, e ha una micro oftalmia sx e l’occhio dx con forte astigmatismo Puo’ ricevere l’invalidita

  221. fiorenzaon 23 mag 2011 at 22:50

    Salve, vorrei un consiglio. A mia madre è stata riconosciuta invalidità al 100% senza accompagnamento. Il medico curante ha consigliato di fare ricorso per ottenere anche l’accompagnamento… ha una persona che si occupa di tali pratiche!!! Ha chiesto come compenso il 25% degli eventuali arretrati oltre ad un contributo, ormai già versato, per l’inizio pratica (quella per la richiesta dell’invalidità). Io, lavorando in strutture pubbliche , consigliandomi con persone del settore sanitario, ho sconsigliato di continuare la pratica per il riconoscimento del accompagnamento. Cosa mi consigliate? grazie

  222. adminon 24 mag 2011 at 07:54

    buongiorno Fiorenza,
    direi che il medico ed il suo consulente non sono così in regola.. tali pratiche infatti non richiedono il passaggio monetario, a meno che non ci si affidi alla tutela di uno studio legale.
    le consiglio di rivolgersi ad un patronato.
    cordiali saluti
    annalisa

  223. adminon 24 mag 2011 at 10:15

    buongiorno Emanuele,
    il nostro è un servizio di segretariato sociale, non abbiamo competenze in campo medico e non saprei dirLe il punteggio della visita di invalidità.
    cordiali saluti
    annalisa

  224. Rita Pesceon 02 giu 2011 at 09:24

    Buongiorno, volevo delle informazioni per quanto riguarda la mia invalidità, ho 56 anni, nel 1977 ho avuto il punteggio del 35% per TBC polmonare, nel 2001 ho fatto aggravento per depressione da mobbing lavorativo, e mi hanno riconfermato il 35%, nel dicembre 2010 rifaccio aggravamento perchè porto la CPAP notturna per apneee e mi hanno riconfermato il 35%, ma come è possibile che non tengano conto degli eventuali aggravamenti. Adesso nel gennaio 2011 scopro di avere un carcinoma al seno e a febbraio mi operano, mastectomia di dissezione ascellare con metastasi di 4 linfonodi su 15, e la lesione al seno di 4 cm. Adesso ho di nuovo fatto l’aggravamento, che punteggio mi toccherebbe per questa patologia, adesso è 2 mesi che faccio la chemioterapia fino a settembre e poi un mese di radiorepia, adesso sono molto in pensiero e ho paura che il nuovo punteggio non sarà quello giusto, se non non mi resta che fare causa, cordiali saluti.

    Rita Pesce

  225. Gennyon 04 giu 2011 at 01:31

    Salve, ho un’invalidità civile pari al 55% definitiva. E’ possibile richiedere la 104 per le agevolazioni lavorative o è necessaria una % di invalidità superiore?
    Saluti cordiali
    Genny

  226. calogeroon 07 giu 2011 at 14:09

    salve, nel 2006 mi e stato diagnosticato un carcinoma T4 NO mi sono sottoposto a trattamento chemioradioterapico , mi e stata riconosciuta l’nvalidita civile al 100%, passati 5 anni sono stato a revisione medica dopo tre mesi o ricevuto il verbale dove mi si dice che ,la commissione medica riconosce l’interessato non invalido (patologia non invalidante o con riduzione della capacita’ lavorativa in misura INFERIORE AD1/3 O MINORE NON IVALIDO. premesso che’ non sono stato visitato ma a fatto fede la documentazione dove si!? si certificava che attualmente non ce ripresa della malattia, ma non hanno considerato cli strascici lasciati dal trattamento ..desiderei sapere su’ quale base hanno accertato la mia non totale invalidita’!?

  227. adminon 07 giu 2011 at 14:33

    buongiorno Genny,
    con tale invalidità si può iscrivere alle liste del collocamento mirato presso il centro dell’Impiego.
    cordiali saluti
    annalisa

  228. adminon 07 giu 2011 at 14:45

    buongiorno Rita,
    il nostro è un servizio di segretariato sociale, non abbiamo competenze così specifiche in campo medico.
    Provi a chidere al Suo medico curante un parere sui punteggi attribuiti.
    cordiali saluti
    annalisa

  229. adminon 07 giu 2011 at 15:10

    buongiorno Calogero,
    il nostro è un servizio di segretariato sociale, per una prima consulenza di tipo medico Le consiglio di chidere al Suo medico curante.
    cordiali saluti
    annalisa

  230. marcoon 10 giu 2011 at 10:33

    buongiorno, dopo un incidente stadale,alla visita medico legale e’ stato riconoscimento del danno biologico del 26-27%. Successivamente ho richiesto domanda di invalidita’ civile per perdita anatomica della tibiotarsica in artrodesi di tibiotarsica,artrodesi di sottoastragalica con dismetria dell’arto di 2 cm con zoppia di fuga. Oggi e’ arrivata la risposta dell’INPS, riconoscendomi una percentuale di invalidita’ pari al 34%. desidererei sapere se tale calcolo e’ congruo a tabella, o se invece posso tentare il ricorso all’Autorita’ giudiziaria visto che sono in eta lavorativa (52 anni) e con tale percentuale non ho alcuna protezione nel mantenimento del posto di lavoro.

  231. mariagraziaon 12 giu 2011 at 11:11

    Buongiorno.
    Ho 46 anni e sono affetta da sclerosi multipla.
    Qualche anno fa ho fatto la visita presso l’Ausl di Parma, dove mi è stata riconosciuta una percentuale d’invalidità del 67%, no 104.
    Da allora la mia situazione si è aggravata, non deambulo più tanto, e ho perso autonomia in tante cose.
    Ho fatto domanda di aggravamento per ottenere almeno la 104..mi sarebbe utile..ma non mi è stato riconosciuto niente…l’aggravamento non c’è stato, secondo il loro verbale.
    A parte che il peggioramento è oggettivo, cpsa devo fare..conviene presentare ricorso?..leggevo che è discretamente oneroso…
    Grazie per l’attenzione..

  232. Nikolic Draganon 12 giu 2011 at 21:34

    mi rivolgo con domanda e se possibilmente da avere la risposta mi sono ammalato di sclerosi multipla con paraparesi di grado medio nel anno 1996 dopo 3anni ho presentato la domanda per invalidita che mi e stata riconoscuta 80% invece 2004perlamentoDx ho avuto forti dolori LOMBARI e sono stato sotoposto a due interventi DISTRAZIONE INTERSPINOSA L5 S1 mi ano inserito distanziatore DIAM. piu volte ricoverato soto posto a cure cortisonice e nel anno 2008 ho presentato la domanda per invalidita con agravamento di 100% comreso legge 104 che mi estato riconoscuto anno segvente 2009 hofato unaltra domanda per ampagnatoria che mi hano valutato stesso 100% pero non acompagnatoria . CHIEDO se poso avere acompagnatoria e in mio caso da non perdere il mio patente di guida che celo in posseso e che ASL di PADOVA mi rinova ogni 2 anni GRAZIE DRAGAN

  233. Grazianaon 15 giu 2011 at 19:07

    Nel 2004 feci domanda di aggravamento e mi fu riconfermato l’80% con verbale del 2007 cui ho fatto ricorso per ottenere il 100 %, ottenuto con sentenza del tribunale con decorrenza 2009 (data perizia medico C.T.U.)

    Come ogni anno ho presentato domanda per scarpe ortopediche, allegando il verbale del 2007 (su cui vi era rivedibile a un anno ma non ho fatto la revisione perché era in corso il ricorso) e alla richiesta di un documento aggiornato ho rilasciato copia sentenza del Tribunale e perizia del medico C.T.U. da cui emerge la recente riconosciuta invalidità 100%. Mi hanno bloccato la pratica perché richiedono il verbale d’invalidità aggiornato o una trasformazione della sentenza in verbale.
    Le chiedo:
    DEVO RISOTTOPORMI A VISITA MEDICA PER OTTENERE QUESTO CERTIFICATO INVALIDITÀ AGGIORNATO E PUO’ LA COMMISSIONE OPPORSI ALLA SENTENZA DEL GIUDICE DANDOMI UNA MINORE PERCENTUALE?
    COME OTTENERE LA TRASFORMAZIONE DELLA SENTENZA DEL TRIBUNALE IN VERBALE?
    La ringrazio e porgo Distinti saluti

  234. elisaon 17 giu 2011 at 22:39

    buonasera, mia figlia di 13 anni porta un busto ortopedico per grave cifosi, vorrei sapere cortesemente se ha diritto all’indennità di frequenza, grazie.

  235. adminon 21 giu 2011 at 08:23

    buongiorno Elisa,
    dubito che la patologia di Sua figlia porti all’indennità di frequenza, Le consiglio comunque di rivolgersi presso un patronato ( http://www.patronatosias.it/sedi/sedi.asp ), il nostro è un semplice servizio di segretariato sociale.
    cordiali saluti
    annalisa

  236. adminon 21 giu 2011 at 09:01

    buongiorno Graziana,
    Le consiglio di continuare a farSi seguire dal patronato presso il quale ha inoltrato le pratiche in oggetto.
    cordiali saluti
    annalisa

  237. adminon 21 giu 2011 at 09:26

    buongiorno Dragan,
    può provare ad inoltrare una nuova richiesta di aggravamento, nel caso in cui la Sua situazione sia peggiorata, non dovrebbe influire sulla patente di guida. Provi a sentire un patronato ( http://www.patronatosias.it/sedi/sedi.asp ).
    cordiali saluti
    annalisa

  238. adminon 21 giu 2011 at 09:28

    buongiorno Mariagrazia,
    Le conviene chiedere una consulneza al patronato che già Le ha seguito la pratica.
    cordiali saluti
    annalisa

  239. adminon 21 giu 2011 at 09:29

    buongiorno Marco,
    il nostro è un servizio di segretariato sociale, non abbiamo competenze mediche. Le conviene richiedere la consulenza di un patronato e del Suo medico curante.
    cordiali saluti
    annalisa

  240. stefanoon 21 giu 2011 at 22:01

    salve volevo domandare una cosa a mio padre gli anno accettato l’accompagnamento dopo 4 anni. ma l’inps quanto tempo ci mette per mandare tutti gli arretrati. ma poi partonano dal 2007 cioè da quando a fatto la domanda. grazie.

  241. Brigidaon 23 giu 2011 at 14:54

    Salve sono una signora di 44 anni di Salerno.
    Nel 2009 vengo operato per un grave tumore al seno con svuotamento ascellare,vengo sottoposta a 8 cicli di chemioterapia,32 sedute di radioterapia e devo seguire l’ormonoterapia per 5 anni.
    Nel 2010 presento domanda di invalidità civile che mi viene riconosciuta al 75% per due anni(scadenza febbraio 2012),senza accompagnamento durante il periodo della chemio che invece è previsto dalla legge n. 18 del 1980,che dice l’indennità spetta alle persone sottoposte a chemioterapia in regime di Day hospital che non possono recarsi da soli in ospedale.
    Date le miei gravi condizioni non accetto questo verbale e faccio ricorso al tribunale,durante la visita del CTU scopro che se mi viene riconosciuto il 100% rischio di perdere la pensione d’invalidità perchè il giudice nella sentenza potrebbe scrivere:visto il reddito coniugale si ritira la pensione.
    Questo mi sembre un paradosso della legge:se in prima istanza mi veniva riconosciuto il 100% si guardava il reddito PERSONALE(io non lavoro), se mi riconosce il 100 % un giudice tramite un ricorso si va a vedere il reddito coniugale.Mentre la legge sull’invalidità civile dice che bisogna guardare il reddito personale della persona da considerare invalida.
    Ciò porterebbe a una disuguaglianza tra me e un’ altra persona operata di tumore, lei con il 100% e il marito che lavora prende la pensione ,io lo stesso con il 100% con mio marito che lavora non prendo la pensione.
    E’ giusto ???
    Mi potreste dare delucidazioni sulla materia e come posso tutelare i miei diritti che sarebbero gravemente compromessi da questa situazione, a chi posso rivolgermi fisicamente per essere aiutata a risolvere questa angosciosa situazione.
    I patronati mi sembrano scarsamente addentrati nella materia,non hanno riferimenti di legge e parlano per casi sentiti ,e non tutelano affatto i diritti delle persone come me ,altrimenti questo paradosso non sarebbe possibile in un paese civile come il nostro.

  242. adminon 24 giu 2011 at 09:33

    buongiorno Brigida,
    il nostro è un servizio di segretariato sociale.
    per una situazione così complessa Le consiglio di rivolgersi al tribunale del malato. dovrebbe esserci uno sportello in ogni struttura ospedaliera.
    cordiali saluti
    annalisa

  243. adminon 24 giu 2011 at 10:24

    buongiorno Stefano,
    dal riconoscimento dell’accompagnamento, la liquidazione dovrebbe iniziare al massimo dopo 6 mesi. Gli arretrati vengono dilazionati nel tempo.
    cordiali saluti
    annalisa

  244. stefanoon 24 giu 2011 at 19:42

    scusa admin, non ho capito devo asppetare 6 mesi per avere gli arretrati, non me li mandano tutti insieme. e poi unaltra cosa deve aspettare anche 6 mesi per avere i soldi ogni mese. grazie.

  245. Barbaraon 24 giu 2011 at 21:46

    Buonasera,
    vi espongo il mio caso.
    Invalida dal 93 causa incidente automobilistico (19 anni), vengo operata 6 volte prima che mi venisse impiantata un’atroprtotesi totale d’anca.
    Invalidità al 50%
    Nel 2004 vengo sottoposta a revisione in quanto il precedente impianto cedette,sfondando l’acetabolo.
    Invalidità 58%
    Dal 2005 inizio ad avere violente scosse all’arto ed a bloccarmi anche a letto, senza poter muovere nemmeno le dita dei piedi, giro x ospedali ma l’unica cosa che mi han saputo dire è che ci deve essere stata una lesione dello sciatico e nn sanno che altro consigliarmi…Intanto io mi blocco anche da seduta o cado se sono in piedi (per fortuna non spessissimo, ma i blocchi durano anche 2 settimane)
    Nel 2006 la mia invalidità arriva al 68%
    Continuo a fare esami e, nel 2008, chiamata a revisione, mi viene attribuita una invalidità dell’82% e l’assegno di sussistenza.
    Da notare che io cammino con l’ausilio di un appoggio (in inverno anche 2).
    Un mese fa vengo chiamata a visita dall’inps e, com mio stupore (dato che anche questa protesi si sta smontando), mi vedo decurtata l’invalidità dall’82% al 60% (ma me lo diede proprio la commissione col medico INPS questo punteggio).
    Ora, a settembre sono di rivedibilità alla Asl, può questa commissione ribaltare nuovamente il giudizio della commissione INPS?
    Nel caso dovessi fare un ricorso, quali sono in approssimazione i tempi tecnici dalla domada all’emissione della sentenza?
    Oppure sarebbe conveniente per me rifare la documentazione per un aggravamento?
    NN è solo una questione di soldi, ma di principio.A malapena cammino, ho bisogno di aiuto per tutto e mi sono sentita una ladra essendo che, in teoria, nn avrebbero nemmeno dovuto chiamarmi a verifica in quanto la mia prestazione è stata erogata dopo il 1 Aprile 2007 (e nn ho ancora 40 anni).Può un invalido subire un declassamento di questo genere? In base a quali criteri i medici INPS sovvertono le decisioni dei loro colleghi delle Asl (ed INPS) stesso?
    Grazie.Barbara

  246. adminon 29 giu 2011 at 15:13

    buongiorno Barbara,
    le consiglio di farSi seguira da un patronato: http://www.patronatosias.it/sedi/sedi.asp
    sapranno darLe le indicazione per quanto concerne la modalità migliore di ricorso o di aggravamento.
    cordiali saluti
    annalisa

  247. adminon 29 giu 2011 at 15:21

    buongiorno Stefano,
    gli arretrati saranno dilazionati e le tempistiche variano da regione a regione, in base alla velocità degli uffici.
    nel momento in cui i pagamenti avranno inizio, saranno puntuali, mese dopo mese.
    cordiali saluti
    annalisa

  248. frankon 02 lug 2011 at 12:10

    nell’inoltrare una domanda di aggravamento quale invalido civile, il sistema al termine dell’immissione dati dice che la domanda è accolta ma non ricevuta! manca quindi l’attestazione della ricevuta, che significa?

    inoltre, nell’inviare una seconda domanda per aggravamento della l.104/92 il sistema riceve la domanda con l’annotazione che c’è una domanda aperta.

    ho fatto presenta al loro call center e inps risponde tale situazione: non dico le risposte grottesche, kafkiane e sbagliate che ho ricevuto.

  249. andreaon 05 lug 2011 at 08:36

    Buongioro mi chiamo Andrea è sono stato dichiarato invalido civile nel 2009 dopo una lunga attesa di un anno. Ora il 22 marzo 2011 ho fatto la visita di revisione e dal primo di Aprile mi hanno sospeso la pensione. Sono passati quasi quattro mesi dalla visita e mi piacerebbe tanto sapere cosa stanno facendo con la mia pratica. Girando in internet ho appreso che stanno facendo il passaggio in via telematica ma per parecchi invalidi come me o anche in situazioni peggiori è un grosso disagio questa lunga attesa. Allora mi chiedo se qualcuno di questi signori o un suo famigliare fosse in situazioni di invalidità come si comporterebbe. Scusate lo sfogo e grazie

  250. adminon 07 lug 2011 at 15:37

    buongiorno Andrea,
    purtroppo si stanno verificando dei ritardi su tutto il territorio nazionale.
    cordiali saluti
    annalisa

  251. adminon 07 lug 2011 at 15:44

    buongiorno Frank,
    in questi giorni si stanno verificando dei problemi sul sistema, è capitato che domande inoltrate paressero bloccate mentre invece all’inps risultavano correttamente inviate. Provi a chiamare direttamente l’ufficio invalidi della sede inps di zona per sapere cosa risulta a loro a video.
    cordiali saluti
    annalisa

  252. sandroon 16 lug 2011 at 10:08

    salve mi chiamo sandro.o fatto domanda per ivalidita civile…per quste padologie…HCV cronica.DIABETE MELLITE.TIMPANO ROTTO ORECCHIO DESTO.ENTRABI FEMORI FRATTURATI CAN PROBLEMA AL GINOCCHIO DESTRO IN PIU ERNIA AL DISCO NON OPERABILE….MI puo dire che punteggio posso avere…la ringrazio anticipatamente,e porgo cordiali saluti in attesa di una sua risposta.

  253. adminon 20 lug 2011 at 09:11

    buongiorno Sandro,
    il nostro è un servizio di segretariato sociale, non abbiamo competenze mediche.
    Le consiglio di chiedere un parere al Suo medico curante.
    cordiali saluti
    annalisa

  254. salvatoreon 13 ago 2011 at 10:27

    salva mi chiamo salvatore, avevo un invalidità del 75% per cirrosi epatica epatite hbv nel 2008 la mia malattia si aggravo è mi anno inserito in lista per il trapianto di fegato avevo l’ammonio a 600 stavo veramente male non potevano lasciarmi un attimo da solo ormai ero quasi arrivato cn la vita mi son dovuto licenziare del lavoro svenivo senza che me ne accorgevo così o fatto domanta per avere l’invalidità del 100% per avere l’accompagnamento fino al giorno del trapianto che o fatto a giugno del 2009 invece la spettabile commissione che mi a visitato un mese prima del trapianto mi dato soltando dato il 95% o fatto ricorso sempre nel 2009 e tutt’oggi sto aspettanto che il giudice mi deliberi la mia situazione, mi rinviano sempre la causa. lei di questa situazione cosa ne pensa?. grazie. cordiali saluti

  255. valeriaon 18 ago 2011 at 13:54

    buongiorno, sono una ragazza di 24 anni e soffro di alopecia areata totale ormai da molti anni. volevo sapere se è riconosciuta nelle categorie protette e se sì cosa devo fare e dove posso recarmi. inoltre volevo anche sapere se è presente un contributo da parte del comune di residenza per l’acquisto di un’eventuale parrucca. la ringrazio e porgo distinti saluti

  256. valeriaon 20 ago 2011 at 20:27

    Buonasera, vorrei qualche informazione circa la procedura da seguire per l’accertamento dell’invalidità di un bambino che ho preso in affido.
    la patologia è “coartazione aortica operata con ricostruzione con patch in gorotex e successiva recoartazione.
    Spetta una pensione in questi casi?
    a chi mi devo rivolgere?
    grazie per le gentili risposte che vorrete accordarmi.

  257. Angelicaon 24 ago 2011 at 16:48

    mio figlio di eta 16 durante un incidente stradale gli anno tolto un polmone e ha rotto l’omero ha diritto a una pensione ” grazie distinti saluti

  258. adminon 25 ago 2011 at 09:42

    buongiorno Angelica,
    può fare rischiesta di invalidità civile, ma dubito che il punteggio potrà portare all’accompagnamento.
    provi a sentire un patronato: http://www.patronatosias.it/sedi/sedi.asp
    cordiali saluti
    annalisa

  259. adminon 25 ago 2011 at 09:56

    buongiorno Valeria,
    può inoltrare richiesta di invalidità civile, ma dubito che il punteggio possa portare all’accompagnamento.
    Per ulteriori informazioni: http://www.patronatosias.it/sedi/sedi.asp
    cordiali saluti
    annalisa

  260. adminon 25 ago 2011 at 10:09

    buongiorno Valeria,
    dubito che l’alopecia rientri tra le categorie protette. Per maggiori informazioni deve però rivolgersi presso il Centro per l’impiego della sua Provincia di residenza.
    per quanto concerne l’acquisto della parrucca, dovrebbe rivolgersi all’ufficio protesica della Sua Asl di appartenenza.
    cordiali saluti
    annalisa

  261. adminon 25 ago 2011 at 10:17

    buongiorno Salvatore,
    il nostro è un serivizi di segretariato sociale, non abbiamo competenze in merito.
    può rivolgersi presso un patronato: http://www.patronatosias.it/sedi/sedi.asp
    cordiali saluti
    annalisa

Indirizzo per trackback | Feed RSS dei commenti

Inserite il vostro commento

Tutte le news